Logo San Marino RTV

Civico 10 ribadisce i temi strategici, plaude all'unanimità e invita Michelotti al pragmatismo

Il movimento apprezza il nuovo approccio dell'Aula su temi strategici e si sofferma sulla legge che dovrà definire il rapporto con la proprietà delle banche

di Monica Fabbri
2 mag 2019
La conferenza stampa di C10
La conferenza stampa di C10

In un momento delicato in cui si sovrappongono azioni che determineranno il futuro del paese, Civico 10 ribadisce i suoi punti fermi e plaude all'unanimità su temi strategici come Europa e banche. “Ha prevalso la responsabilità” – sottolinea Luca Boschi, un segnale forte che premia quelle che definisce “ le forze politiche serie”. Unanimità che – dice - può non piacere ai falchi di maggioranza e di opposizione che alimentano la fiamma dello scontro. Ma – aggiunge – “non possiamo fermarci qui”. C'è una stagione riformista da troppo tempo annunciata che deve concretizzarsi, occorre reperire finanziamenti per mettere in sicurezza il paese e rilanciarlo, trovare una soluzione per banca Cis.

Sullo sfondo le vicende giudiziarie che hanno coinvolto Banca Centrale. Civico 10 ribadisce totale fiducia nel tribunale e piena – ma non incondizionata – nell'organismo di vigilanza che deve agire con autonomia e serenità recependo gli indirizzi politici. Il clima diverso in Aula rivela, per Matteo Ciacci, il cambio di approccio a temi strategici, e risponde al famoso cambio di passo più volte invocato da Civico 10 a cui va riconosciuto un lavoro di sintesi. Nel frattempo si collabora con l'opposizione per definire il rapporto con la proprietà delle banche. Si ragiona su step e presidi, sulla possibilità di attribuire alla Vigilanza poteri per prevenire provvedimenti di rigore, sulla necessità di responsabilizzare la proprietà delle banche evitando finanziamenti non dovuti. Nel giro di una settimana – annuncia il movimento – verrà prodotta una bozza da condividere. La Vigilanza – chiarisce Ciacci – ha terminato l'ispezione nel Cis e lavora a soluzioni con la politica. Di fronte a certe dinamiche e a poteri forti che si fanno sentire – spiega – occorre tenere la barra dritta, anche se non è facile.

Infine, una tirata d'orecchi ad Augusto Michelotti. Il movimento commenta con rammarico gli annunci che definisce “sopra le righe” del Segretario su monorotaia e dirigibili. Invita al pragmatismo. “ In questo momento la cittadinanza è stanca – dice Matteo Ciacci – è auspicabile abbandonare la politica degli annunci e delle affermazioni roboanti dedicandosi a progetti concreti”


Vedi l'intervista a Matteo Ciacci