Logo San Marino RTV

Colloqui Reggenza: i partiti chiedono elezioni anticipate

4 dic 2003
Colloqui Reggenza: i partiti chiedono elezioni anticipate
Una giornata intensa, quella della Reggenza, dedicata in larga parte alle consultazioni. Sua Eccellenza Giovanni Lonfernini e Sua Eccellenza Valeria Ciavatta sono arrivati a Palazzo Pubblico di buon’ora per aprire subito i colloqui. La prima delegazione ricevuta è stata quella del Partito Socialista Nuova San Marino che ai Capi di Stato ha espresso preoccupazione per la situazione politica e ha ribadito la convinzione che l’unica scelta debba essere quella delle elezioni anticipate. Critici sul governo che sta per nascere, i rappresentanti del Partito Socialista Nuova San Marino hanno dichiarato la loro disponibilità a lavorare per la definizione di una nuova legge elettorale. Dubbi e perplessità sull’intesa a tre sono stati esternati anche dai Popolari Sammarinesi, che alla Reggenza hanno confermato la loro opinione: il ricorso immediato alle urne per un governo votato dagli elettori. E’ arrivato il momento– hanno dichiarato – di fermare i giochi della politica”. Per i rappresentanti di Alleanza Popolare la situazione politica è confusa e quello che sta per formarsi non è un governo straordinario. Siamo assistendo – hanno detto alla Reggenza – ad una lotta per le poltrone. Anche AN chiede elezioni anticipate, come del resto hanno fatto gli esponenti dei Sammarinesi per la Libertà che esprimono preoccupazione anche per le ripercussioni della crisi politica sul sistema economico. Siamo però disposti – hanno detto alla Reggenza – a portare il nostro contributo ad una riforma della legge elettorale, qualora si indichi un percorso preciso, nella massima trasparenza. A chiudere la mattinata di incontri la delegazione di Rifondazione Comunista, che ai Capi di Stato ha manifestato perplessità sulle prospettive che si stanno delineando. Alla Reggenza i comunisti hanno chiesto tempi rapidi per risolvere la crisi, il Paese – hanno detto – ha di fronte troppi problemi irrisolti. Nel pomeriggio le consultazioni proseguiranno: alle 15 e 30 toccherà ai rappresentanti di Alleanza Popolare, poco dopo a quelli del partito dei Democratici, poi la delegazione socialista e a chiudere quella democristiana. La Reggenza dovrà decidere successivamente per l’affidamento del mandato esplorativo per la formazione del nuovo governo.