Logo San Marino RTV

Messaggio del Governo al Cardinal Somalo

4 apr 2005
Messaggio del Governo al Cardinal Somalo
Eminenza,
il Governo della Repubblica di San Marino si unisce con la più sentita partecipazione al cordoglio universale suscitato dalla scomparsa di Sua Santità Papa Giovanni Paolo II.
Nel corso del Suo lungo Ministero il Pontefice, attraverso il contatto diretto con i popoli della terra, ha saputo essere un instancabile Messaggero di pace: il Suo, costante e appassionato richiamo alla difesa della persona umana e alla promozione dei suoi diritti fondamentali e della sua dignità, alla costruzione di un mondo in cui le differenze ideali e religiose possano coesistere nel rispetto e nel dialogo, all’unione costruttiva delle volontà per travalicare barriere di indifferenza, di apatia e di odio e per poter combattere e superare gli intollerabili squilibri, le contrapposizioni e le tante ingiustizie che tuttora affliggono larga parte dell’umanità, resta vivo e radicato nelle nostre coscienze e nei nostri cuori.
Con questa consapevolezza, il Governo sammarinese si inchina con profonda commozione alla grande Figura di Sua Santità Papa Giovanni Paolo II, che nella totale fedeltà alla Sua Missione ha attraversato da protagonista i cambiamenti epocali che ne hanno contrassegnato il Pontificato, compiendo scelte coraggiose ed assolutamente innovative e rivolgendo all’intera umanità, con forza ed efficacia straordinarie, l’incessante appello alla fratellanza e alla carità, alla umiltà e alla speranza

Sua Eminenza Reverendissima
Cardinale Eduardo Martinez Somalo
Carmelengo di Santa Romana Chiesa
CITTA’ DEL VATICANO

Nel ricordo indimenticabile della Visita che il Santo Padre effettuò alla Repubblica di San Marino nel 1982 e degli amorevoli messaggi che Egli volle ad essa indirizzare in ogni successiva occasione di incontro con i suoi Rappresentanti istituzionali e con parti rilevanti della sua popolazione, desidero confermarLe, Eminenza, i sentimenti della più profonda considerazione dell’alta testimonianza che il Pontefice ci ha lasciato, nella quale anche questo Stato, dalla storia millenaria di libertà, di pace, di amicizia e di solidarietà, con tutti i popoli, continuerà a trovare motivi di ispirazione ideale e di fiducia per affrontare e costruire il proprio avvenire e per assicurare il proprio contributo, sul piano internazionale, allo sviluppo della cooperazione ed alla affermazione della pace.
Con l’occasione, mi è gradito rinnovarLe, Eminenza, le espressioni della più alta stima.

IL SEGRETARIO DI STATO
(Fabio Berardi)


Il cordoglio del Governo, riunito in forma straordinaria
Il Governo sammarinese si inchina con profonda commozione alla grande figura di Sua Santità Papa Giovanni Paolo Secondo, che nella totale fedeltà alla sua missione ha attraversato da protagonista i cambiamenti epocali che ne hanno contrassegnato il Pontificato, compiendo scelte coraggiose ed innovative e rivolgendo all’intera umanità, con forza ed efficacia straordinarie, l’incessante appello alla fratellanza e alla carità, all’umiltà e alla speranza. Sono alcune delle parole comprese nel messaggio che il governo, riunito stamane in forma straordinaria, ha voluto inviare al Cardinale Eduardo Martinez Somalo, nella sua veste di Camerlengo di Santa Romana chiesa. Un messaggio per esprimere non solo il cordogli ma anche la profonda ammirazione per un Pontefice si legge nella nota ufficiale, che ha saputo essere un instancabile messaggero di pace. Il suo costante e appassionato richiamo alla difesa della persona umana e della sua dignità, alla promozione dei suoi diritti fondamentali, alla costruzione di un mondo in cui le differenze ideali e religiose possano coesistere – si legge ancora nel messaggio – all’unione delle volontà per travalicare le barriere di indifferenza, di apatia e di odio, per combattere squilibri, contrapposizioni e ingiustizie che ancora affliggono larga parte dell’umanità, resta vivo e radicato nelle nostre coscienze e nei nostri cuori. Poi, nel messaggio del governo, un richiamo alla visita del Pontefice in terra sammarinese, ma anche agli incontri successivi, agli amorevoli messaggi che il Papa volle indirizzare ai sammarinesi in più circostanze. Una testimonianza – conclude la nota ufficiale – quella del Pontefice, nella quale anche questo Stato, dalla storia millenaria di libertà, di pace, amicizia e solidarietà con tutti ipopoli, continuerà a trovare motivi di ispirazione ideale e di fiducia per affrontare e costruire il proprio avvenire e per assicurare il proprio contributo sul piano internazionale, allo sviluppo della cooperazione ed alla affermazione di pace.