Logo San Marino RTV

Prima giornata di lavori del Consiglio Grande e Generale

20 nov 2003
Prima giornata di lavori del Consiglio Grande e Generale
Un clima già surriscaldato in aula consigliare, fin dalle prime battute. Il consigliere di Alleanza Nazionale, Glauco Sansovini, si rivolge alla Reggenza chiedendole di farsi carico di un maggior rispetto delle istituzioni e di riportare ordine fra i consiglieri. L’esponente di AN ha denunciato di essere stato oggetto di minacce pesanti da parte di due colleghi parlamentari in conseguenza del ricorso al Sindacato della Reggenza. Un fatto grave – ha dichiarato – per il quale ho sporto regolare esposto alla gendarmeria. Poco dopo ha preso la parola il consigliere Pier Marino Menicucci dichiarandosi assolutamente stupito delle affermazioni ascoltate e sorpreso di un atto inqualificabile dal quale ha precisato di essere totalmente estraneo. Lo dico – ha aggiunto – a scanso di ogni equivoco. Menicucci ha difeso l’istituto del sindacato della Reggenza, un organismo di grande democrazia, ed espresso a Sansovini la sua solidarietà. Il fatto - ha concluso – non muta i mie sentimenti di stima nei confronti del consigliere Sansovini. Poco dopo un impetuoso battibecco fra il consigliere Casali e il Segretario di Stato per le Finanze Pier Marino Mularoni. Oggetto del contrasto la variazione al bilancio preventivo per il 2003. Una questione sulla quale gli esponenti dei sammarinesi per la libertà, alleanza nazionale. Nuova san marino e popolari hanno presentato alla Reggenza una lettera nella quale lamentano una tardiva ricezione della documentazione relativa alla finanziaria e violazioni alla normativa in materia di ordinamento contabile dello stato, per cui chiedono ai Capitani Reggenti di intervenire per far rispettare le leggi. Il dibattito sulla variazione di bilancio è appena iniziato, proseguirà nel pomeriggio e subito dopo sarà la volta della presentazione della finanziaria 2004. In mattinata l’assemblea consigliare ha ratificato all’unanimità la convenzione delle Nazioni Unite sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna. La convenzione porta la data del 18 dicembre 1979, la repubblica di San Marino ha apposto la sua firma nel settembre scorso. Ratificati anche i provvedimenti di elevazione delle relazioni diplomatiche con il Regno di Thailandia e la Repubblica Federativa del Brasile. Avvicendamento nei banchi del gruppo consigliare dei Democratici: Fabio Canini, primo dei non eletti, subentra ad Emma Rossi. 28 anni, laureato in ingegneria edile, Fabio Canini esercita la professione in uno studio di architettura ed ingegneria. Impegnato in politica dal 1996, quando entra a far parte del parlamentino dell’allora Partito Progressista Democratico, è stato candidato alle elezioni del 1998 e del 2001, quando è risultato il primo dei non eletti. E’ stato presidente della Commissione per la Conservazione dei monumenti e da oggi, nomina avvenuta subito dopo l’insediamento, è membro della Commissione Consiliare Permanente Affari Esteri, emigrazione e immigrazione, informazione, trasporti e telecomunicazioni, sicurezza e ordine pubblico. Grande attesa, in aula parlamentare, per gli sviluppi delle consultazioni in atto fra le 4 forze politiche rimaste al tavolo della trattativa dopo la decisione di Alleanza Popolare di abbandonare i negoziati per la formazione di una nuova maggioranza. E’ possibile la presentazione di un ordine del giorno comune fra le 4 forze, dal quale si conoscerà l’esito dei colloqui e la possibilità o meno di far nascere una nuova coalizione. Un tema questo al quale sarà dedicata la puntata di questa sera di Spazio Aperto Dossier, alla quale sono stati invitati i protagonisti della trattativa per conoscere esiti, possibilità d’intesa e ragioni dell’abbandono.