Logo San Marino RTV

San Marino: Civico 10 affronta l'ultima sessione consigliare

1 ago 2013
San Marino: Civico 10 affronta l'ultima sessione consigliare
San Marino: Civico 10 affronta l'ultima sessione consigliare
Civico 10 incontra al turismo i cittadini per un resoconto della sessione consigliare: dalla riforma fiscale alla spending review scendendo nel tecnico. Occasione per il movimento di ribadire l'assurdo inasprimento fiscale senza un concreto contrasto all'evasione fiscale. Per non parlare della mancanza di politiche concrete né cifre sui tagli pubblici.


Il Comunicato stampa di Civico 10 sulla serata:

La serata di Mercoledì sera organizzata dal movimento Civico10 dal titolo “Ad un passo dal baratro” ha permesso di rendersi conto del malcontento che pervade la cittadinanza e di come il Governo non stia seguendo una linea omogenea per portare avanti quel cambiamento di sistema che la gente si aspetta e che era stato tanto sbandierato durante la campagna elettorale.
Nonostante ciò, il segretario Felici si ostina ad elevarsi come “salvatore della Patria”. Il problema è che la necessità di salvare la patria non implica che qualsiasi strumento ad esso destinato sia da ritenersi giusto e corretto. Quadruplicare le tasse sui dipendenti e decuplicarle su quelli a reddito basso non è certo la strada giusta.
Un Governo serio avrebbe dovuto:
1. portare immediatamente un piano esecutivo “vero”, con cifre e provvedimenti importanti per risparmiare nella spesa pubblica fuori controllo almeno 30 / 40 milioni di Euro;
2. compiere una riorganizzazione globale della Pubblica Amministrazione per trasformarla in una risorsa “vera” per il Paese e volano al servizio di cittadini ed imprese;
3. procedere con una riforma tributaria equa e progressiva, che non colpisca i redditi più bassi ma quelli alti puntando una volta per tutte il dito contro l’evasione fiscale, cosa che l’attuale riforma non vuole prevedere;
4. riformare in toto il sistema bancario senza che a rimetterci milioni e milioni di Euro sia lo Stato ed i cittadini;
5. realizzare una patrimoniale ben studiata e progressiva, che colpisca gli speculatori e non gravi su chi ha sudato una vita per la casa sua e dei propri figli.
Invece questo Governo non ha idee. Continuando con le proprie ostentazioni di seguire le vecchie logiche utili a difendere solamente gli interessi che manipolano questa maggioranza,
non farà altro che portare questo Paese nel baratro.
La cittadinanza ha affermato a gran voce che occorre dare una “vera” svolta e questa non può essere portata avanti dalla stessa classe politica che ha creato i presupposti di tale situazione.
Insieme ce la possiamo fare, il vento sta cambiando.