Logo San Marino RTV

XIII Congresso dei giovani DC

26 feb 2005
XIII Congresso dei giovani DC
Da una parte la preoccupazione per la delicata situazione interna al partito, dall’altra la voglia di essere protagonisti della vita del Paese: di dare una svolta allo stato di cose attuale. Sono questi i sentimenti espressi dai ragazzi del Partito Democratico Cristiano Sammarinese nella prima parte del 13esimo congresso dei giovani del PDCS. Tra gli interventi più attesi quello di Pasquale Valentini - Presidente del Congresso – che ha invitato le nuove leve del PDCS a portare all’interno dell’azione politica quella passione per gli ideali che li caratterizza. Un’intervento accorato quello di Valentini. Ricordati anche due pilastri del pensiero cattolico democratico: Don Luigi Sturzo e Giovanni Paolo II al quale è andato un augurio di pronta guarigione. Il Presidente del Congresso ha poi indicato 2 atteggiamenti che i giovani dovrebbero evitare assolutamente, ovvero scimmiottare in piccolo i giochi di potere dei grandi e accettare di ridursi a fare una funzione politica marginale. Il Congresso si è aperto con la nomina delle 3 commissioni incaricate di modificare lo statuto, di procedere alle elezioni del gruppo di coordinamento e di redigere la mozione finale. “E’ un momento difficile – ha detto nel suo intervento il Presidente del Partito Cesare Gasperoni – si è incrinato il rapporto di fiducia tra cittadini e classe politica. Oggi sono necessarie idee per uscire dall’impasse e queste idee le possono fornire solo i giovani”. Tra gli intervenuti anche il segretario della CDLS Marco Beccari, il responsabile dei giovani del Partito dei socialisti e dei democratici Giovanna Giovagnoli e alcuni rappresentanti di partiti italiani d’ispirazione cattolica. Il Congresso si chiuderà nel tardo pomeriggio con la votazione della mozione finale e l’elezione del Gruppo di coordinamento, in seno