Logo San Marino RTV

Parole che dovremmo imparare a dire più spesso

..e che fanno molto bene, a tutti

di Stefano Coveri
9 ago 2019
Parole che dovremmo imparare a dire più spesso

Quante parole pronunciamo ogni giorno e quante sono davvero gentili? In un mondo che corre la gentilezza o la semplice cortesia vengono sempre più spesso accantonate, purtroppo. È un vero peccato, perché basterebbero poche parole dette al momento giusto per rendere migliore la nostra giornata e quella degli altri. Provare per credere, citava un vecchio slogan pubblicitario.

Ecco allora le parole da ricordare, imparare, ripetere e usare ( che tutti conosciamo molto bene, ma sembra che facciano "paura"):

- Grazie -  In una società in cui l’impressione è che tutto sia dovuto, dovremmo imparare a dire grazie un po’ più spesso. Anche di fronte al più semplice dei gesti che una persona compie per noi o al cameriere che al bar ci porta il caffè a tavola. Senza contare che dovremmo sempre ringraziare colleghi, amici e famigliari. Ed alla vita.

- Prego -  E quando il ‘grazie’ viene rivolto a noi? Non dimentichiamo di rispondere con un bel ‘prego’, magari accompagnato da un sorriso. Non si tratta di una semplice regola della buona educazione ma di un abitudine che può davvero rendere migliori le nostre giornate e la vita degli altri.

- Per favore - Chiunque sia il nostro interlocutore, non dimentichiamo di chiedere una cortesia o lo svolgimento di un compito facendo precedere le nostre parole con un ‘per favore’. È il minimo che possiamo fare per rendere più civile la convivenza tra le persone.

- Ciao!- Forse sarà capitato anche a voi di non essere proprio di buonumore durante una passeggiata e di dimenticare di sorridere alle persone incontrate lungo il tragitto e di salutarle. Non dimentichiamo di salutare con un ‘ciao’ o un semplice ‘buongiorno”, sia le persone che conosciamo, ma anche quelle che chi ci troviamo davanti quando entriamo in un negozio, in un bar o in un qualsiasi luogo pubblico, in particolare quando si tratta di persone che stanno lavorando e che sono pronte a mettersi al nostro servizio. E poi ciao è un saluto così bello..provate a pronunciarlo ..come suona bene!

- Buona giornata -  Quando salutiamo qualcuno perché stiamo per andare via dovremmo sempre augurare ‘buona giornata’ o ‘buona serata’ a seconda delle occasioni. Anche quando scriviamo delle e-mail o dei messaggi per svago o per lavoro dovremmo mantenere questa buona abitudine che aiuta a sollevare il morale di chi riceve un saluto più caloroso del solito.

- Ti voglio bene -   Alcune persone faticano davvero molto a dire ‘ti voglio bene’. Magari proviamo a dirlo qualche volta in più a chi ci sta vicino e ci è caro. E se proprio in quel momento non riusciamo a dirlo con le parole, dimostriamolo con i fatti, con le attenzioni e le cortesie e cerchiamo di mostrarci sempre gentili il più possibile.

- Come stai? Forse dovremmo imparare a chiedere ‘come stai?’ non solo per abitudine ma per sincero interesse verso la persona a cui ci stiamo rivolgendo. Teniamoci pronti ad ascoltare davvero la sua risposta. Nell’inflessione della voce del nostro interlocutore potrebbe nascondersi la reale risposta alla nostra domanda.

- Posso aiutarti? -  Alcune persone attorno a noi potrebbero avere bisogno del nostro aiuto ma molto probabilmente per i motivi più disparati non hanno il coraggio di chiederlo. Allora proviamo ad offrirlo a nostra volta quando vediamo una persona in difficoltà. Se sperava in un nostro intervento provvidenziale, ce ne sarà davvero molto grata.

- Scusa -  Quanto può essere difficile chiedere scusa? L’importante è scusarsi soltanto quando si è realmente coscienti di aver ferito una persona o di essersi comportati in modo sbagliato e quando di conseguenza si è pronti a mettere riparo ai propri errori senza falsità e con il massimo impegno e rispetto per l’altro. A volte ci si sente un pò Fonzie di fronte a questa parola.

- Buonanotte - Una semplice parola come ‘buonanotte’ può aiutare i famigliari e gli amici a concludere al meglio la giornata. Sembra scontato, ma dare la buonanotte è un gesto davvero gentile e che scalda il cuore.

Non mi sembra così difficile. Credo che oggi per essere davvero avanti, fare la differenza, essere trendy, anzi ne sono davvero convinto, sia proprio essere gentili. E sinceramente nonè poi così complicato, basta volerlo. In più sarebbe un ottimo esempio, non credete?

Pace e buona vita