Logo San Marino RTV

Libertas-Drogheda 1 a 1

20 lug 2007
Calcio
Calcio
E’ il flow o più comunemente chiamato momento magico o stato di grazia: lo vive lo sportivo quando in occasione di una competizione ad alta difficoltà, sente che tutto va per il verso giusto, peak performance. E in quello stato si è trovato Federico Nanni quando, poco dopo la mezzora della ripresa, ha messo alle spalle del portiere Daniel Connor il pallone del pareggio. La corsa pazza verso la panchina, il mucchio selvaggio, e poi quello sguardo e bacio al cielo.
Copertina doverosamente dedicata al match winner, ma l’applauso scrosciante va a tutti i componenti della Libertas. La formazione di Borgo Maggiore è entrata in campo molto timorosa, le gambe non giravano poi sotto la guida di un tecnico che ha saputo leggere molto bene la gara come Pier Angelo Manzaroli, sono cresciuti minuto dopo minuto. Reparti compatti, con Tarini direttore d’orchestra, immenso Davide Simoncini quando alla mezzora si immola per togliere a Zayed la gioia del gol. Una grande prova di una squadra di club sammarinese in Europa non può prescindere dal suo portiere, Michele Coccoli, superlativo, non solo per gli interventi, ma quanto per la sicurezza che ha saputo trasmettere a tutto il reparto.
Al 41esimo Zayed trova il modo di scardinare il fortino, sembra fatta per gli irlandesi, nella ripresa affiora anche la fatica, diversi i giocatori alle prese con acciacchi vari, deve uscire Simoncini, uno dei migliori, Manzaroli non si scompone dentro Nanni, con conseguente accentramento di Macerata: è la mossa che permette alla squadra di Borgo Maggiore di centrare il primo risultato utile della storia dei club sammarinesi in Europa.