Logo San Marino RTV

Sabato il Torneo dei Castelli 2016, con i tiratori scelti sammarinesi

10 giu 2016
Sabato il Torneo dei Castelli 2016, con i tiratori scelti sammarinesi
L’11 giugno prossimo, alle ore 21,00 nella Cava dei Balestrieri di San Marino Città, si disputerà il 40° Torneo dei Castelli Sammarinesi. E’ dal 1976 che viene ripetuta questa competizione di tiro con la balestra antica che vede scendere in campo i migliori cinque tiratori di ognuno dei nove Castelli della Repubblica a difendere i colori della propria bandiera. A fare da cornice alla contesa ci saranno come sempre musici, sbandieratori, figuranti, con gli splendidi costumi che rievocano la fine del 1400. La manifestazione è stata presentata oggi alla stampa dai Segretari di Stato per gli Affari Interni, la Giustizia e i Rapporti con le Giunte di Castello, Gian Carlo Venturini, e per il Turismo e lo Sport, Teodoro Lonfernini, insieme al Presidente della Federazione Balestrieri Sammarinesi Paolo Muccioli e ai rappresentanti della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio Sums e dell’Ente Cassa di Faetano. E’ un evento a cui teniamo particolarmente – ha detto il presidente della Federazione Balestrieri Sammarinesi, Paolo Muccioli – e che nel corso degli anni si è svolto con diverse formule, fino a quella più recente, che da alcuni anni vede disputare il torneo nelle piazze dei Castelli. Sua particolarità – ha spiegato - è che è l’unico torneo che vede i tiratori sammarinesi gareggiare in squadre. In genere infatti gareggiano individualmente, oppure, quando si trovano in competizioni all’estero, riuniti in un'unica squadra in rappresentanza della Repubblica di San Marino. Da tre anni – ha inoltre osservato Muccioli – il Torneo si arricchisce con la gara riservata alle giovani leve, la “Contesa dei Piccoli Balestrieri” , tiratori più che promettenti animati da grande passione, cui è affidata la prosecuzione della significativa tradizione del tiro con la balestra. Una tradizione che la Federazione, nata nel 1956, porta avanti da sessanta anni e che proprio quest’anno celebrerà con una serie di eventi nel corso di tutta la stagione estiva. “Le istituzioni ringraziano la Federazione – ha detto il Segretario Lonfernini – perché con le loro esibizioni costellano tutti i momenti più significativi del calendario di manifestazioni e festività nazionali”. Il Torneo dei Castelli è molto rappresentativo della collettività e del suo legame col territorio, ha detto. Invito dunque la cittadinanza a partecipare numerosa e sostenere anche il processo di avvicinamento delle giovani generazioni a un’antica tradizione che anima grandi eventi come le Giornate Medioevali e rappresenta l’identità storica di San marino nel mondo. L’importanza dell’iniziativa è stata sottolineata anche dal Segretario Venturini, nell’annunciare che quest’anno sarà presente al Torneo dell’11 giugno anche la Reggenza. A testimonianza – ha detto – della vicinanza delle istituzioni all’attività della Federazione, che da sessant’anni tiene vivo un emblema della nostra storia, caro a tutta la popolazione, come attesta la partecipazione dei giovani quali nuovi co-protagonisti delle attività della Federazione, nonché l’impegno volontaristico di tutti i suoi membri, e il sicuro sostegno delle Fondazioni degli istituti bancari Cassa di Risparmio e Cassa di Faetano, volti tutti a garantire nel tempo la continuità della tradizione. A nome dei Capitani di Castello è intervenuto Vittorio Brigliadori Capitano di Castello di Serravalle – che ha ringraziato in particolare la Federazione per la capacità dimostrata di coinvolgere la cittadinanza ma anche di saper aprire fuori dai nostri confini canali d’interesse verso San Marino. Il dinamismo della Federazione, il coinvolgimento delle nuove generazioni, il radicamento nelle tradizioni come valore importante da trasmettere ai giovani, la passione sempre presente, la tenacia, sono i tratti distintivi di sessant’anni di attività della Federazione, ha detto Marino Rossi, in rappresentanza della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio Sums, nonché figlio del prof. Giuseppe Rossi, fondatore della Federazione Balestrieri Sammarinesi. “Ricordo – ha raccontato – che ci sono voluti dieci anni di impegno costante prima che i tiratori sammarinesi si aggiudicassero la vittoria in un torneo con altre squadre storiche italiane. Una tenacia che ha visto poi molti trofei aggiungersi al primo nel corso di più di mezzo secolo di attività, della quale si può ben essere fieri. Vogliamo pensare, come Fondazione, di poter essere sempre presenti nel dare il nostro sostegno alla Federazione. Un impegno nel tempo che anche il Presidente dell’Ente Cassa di Faetano, Maurizio Zanotti ha detto di voler garantire per il futuro, quale testimonianza dell’attenzione dell’Ente per la rilevanza della rappresentatività identitaria nazionale svolta dalla Federazione. Il Campionato Sammarinese di tiro con la balestra antica da banco risale al 1976, venti anni dopo la costituzione della Federazione, avvenuta nel 1956. Nel 2002 è stato messo in palio per la prima volta un trofeo: una coppa d’argento sbalzato a mano che rimane alla squadra vincitrice solo fino alla competizione successiva.

Di seguito le squadre che si sono aggiudicate la coppa d’argento:

2002 - Borgo Maggiore
2003 - Città
2004 - Montegiardino
2005 - Faetano
2006 - Borgo Maggiore
2007 - Fiorentino
2008 - Serravalle
2009 - Borgo Maggiore
2010 - Borgo Maggiore
2011 - Acquaviva
2012 - Serravalle
2013 - Borgo Maggiore
2014 – Domagnano
2015 – Borgo Maggiore


Comunicato Stampa