Logo San Marino RTV

Ceferin: "Meglio giocare senza pubblico che non giocare"

di Elia Gorini
3 apr 2020

"Da un lato, possiamo parlare di alcuni danni materiali, in particolare per i club che organizzano le partite di calcio, ma anche il calcio senza spettatori non è la stessa cosa del calcio con il pubblico che riempi gli spalti. Dobbiamo essere consapevoli che ci troviamo in un momento particolare, che il mondo intero è in un momento particolare e che sarebbe meglio giocare partite senza spettatori che non giocarle affatto". Così il Presidente Uefa Aleksander Ceferin.

Che tipo di calcio uscirà da questa crisi, e in quale mondo lo giocheremo?

"Il mondo non sarà certamente lo stesso dopo questa crisi, ma questa non è una previsione apocalittica, perché non penso necessariamente che il mondo sarà migliore, potrebbe esserlo il calcio. E soprattutto, dobbiamo pensare all'importanza della solidarietà e dell'unità nel calcio come nel mondo. Stiamo andando nella direzione giusta, ma abbiamo iniziato a sottovalutare la natura. Noi europei dobbiamo farci delle domande, secondo me, sulla solidarietà dell'Unione Europea. Succederanno molte cose, alcune saranno positive, altre negative, ma che credo che tutti usciremo da questa crisi più intelligenti e anche più forti".