Logo San Marino RTV

Sambenedettese - Mantova 1-3: prima vittoria per i virgiliani ma la Samb recrimina

11 set 2016
Sambenedettese - Mantova 1-3Sambenedettese - Mantova 1-3: prima vittoria per i virgiliani ma la Samb recrimina
Sambenedettese - Mantova 1-3: prima vittoria per i virgiliani ma la Samb recrimina - Il Mantova capitalizza in pieno le occasioni create mentre i padroni di casa - che prendono un palo...
La prima vittoria dell'imbattuto Mantova arriva precisa precisa per rovinare il ritorno, dopo 7 lunghi anni, di un match di Lega Pro al “Riviera delle Palme”, casa della Sambenedettese. Finisce 3-1 per i lombardi, un risultato probabilmente troppo duro nei confronti di una Samb positiva soprattutto nella ripresa, punita da una difesa non sempre attenta e da qualche episodio dubbio.

Al via padroni di casa subito pericolosi col tiro al volo di Tortolano su apertura di Sabatino, Bonato vola e manda i angolo. Le due squadre iniziano ad affidarsi a velleitarie botte da fuori finché al 27° Caridi non trova quella giusta: l'esterno mantovano avanza indisturbato per via centrale per poi far partire un destro che piega la mano a Pegorin. Tempo 10 minuti e il Mantova raddoppia: Regoli mette in mezzo per Marchi che salta Mancuso ma non Berardocco, la cui respinta in scivolata però e centrale e finisce sui piedi di Zammarini che non perdona. Tre i virgiliani in probabile fuorigioco passivo ma l'arbitro non si cura delle mani alzate rossoblu e convalida.

Dopo l'intervallo Palladini passa al 4-2-3-1 inserendo gli offensivi Di Massimo e Sorrentino al posto di Candellori e Fioretti ed è subito un'altra Samb. Al 56° Raggio Garibaldi regala palla a Di Filippo che vorrebbe crossare ma tira in porta, prendendo la traversa. Subito dopo ancora Raggio Garibaldi è molle nel contrastare Tortolano che lo salta facile e lancia Sorrentino in area: l'attaccante scarica un destro secco che Bonato devia quanto basta per mandare il pallone sul palo. La spinta della Samb è premiata al 69°: cross di Di Filippo, Sorrentino svetta tra i difensori mantovani e spizza per Mancuso che controlla e accorcia.

I rossoblu si lanciano a caccia del pari e all'83° protestano per un tocco di mano in area di Regoli su punizione di Berardocco, ma ancora una volta l'arbitro non fischia. Spaventato dal rischio il Mantova va a chiuderla: sul traversone di Salifu Mori anticipa di un soffio Ruopolo e manda in angolo, dal quale Regoli pennella per la testa di Romeo la cui incornata è da lode. Ci sarebbe spazio anche per il poker ma Caridi non sfrutta un contropiede orchestrato da Ruopolo e Regoli sparando alto da posizione centrale.

RM