Logo San Marino RTV

San Marino, i tifosi del Nucleo 2000 contestano

11 mag 2015
San Marino, i tifosi del Nucleo 2000 contestanoSan Marino, i tifosi del Nucleo 2000 contestano
San Marino, i tifosi del Nucleo 2000 contestano - Nella notte appeso sotto la sede del San Marino calcio uno striscione polemico contro la società
Lontani anzi lontanissimi i tafferugli che fanno parte di altre realtà. San Marino è una piazza elegante che per strutture meriterebbe almeno la serie B, ma per il momento ci sono solo le strutture, non esiste una vera e propria programmazione,e forse anche questo è uno dei motivi per cui qualche giocatore, e in taluni casi anche qualche arbitro, si sente autorizzato a viaggiare sotto lo standard. I Tifosi biancoazzurri, non sono tanti, ma ci sono. Sono organizzati forse meglio rispetto ai massicci gruppi di altri club, e il nucleo 2000 che ha speso tantissime energie in questi 15 anni di initerrotta storia tra i professionisti, ha voluto farsi sentire. E lo ha fatto nella maniera che più civile non si può. Uno striscione che recita così:" 21 maggio 2000 - 21 maggio 2015, 15 anni di storia, 1 stagione per infangare la nostra memoria". Colpita la società con la quale il Nucleo 2000 avrà un incontro a breve. Una retrocessione è una bocciatura pesante che non va giù nemmeno ad una piazza timida si, ma allo stesso tempo molto esigente. Il San Marino nella sua storia era retrocesso soltanto una volta: stagione 2006-2007 dalla C1 alla C2 ma pur sempre di professionismo parliamo. Il club guidato da Germano De Biagi con i vari Presidenti che si sono succeduti ha quasi sempre garantito squadre di alta classifica con la ciliegina sulla torta la promozione stagione 2011-2012 con Presidente il riminese Danilo Pretelli e allenatore Mario Petrone e Gian Luca Lapadula capocannoniere. Dal giugno del 2013 l'arrivo di Luca Mancini: due stagioni flop. La prima con il penultimo posto in classifica in un torneo che non prevedeva retrocessioni, la seconda è storia di questi giorni, la retrocessione più amara della storia del club biancoazzurro con il ritorno tra i dilettanti dopo 15 anni. Conseguenze pesanti anche per la Federcalcio sammarinese che perde tre squadre giovanili in tornei professionistici. Il Presidente Luca Mancini ha garantito in diretta Tv che farà tutto il possibile per riportare il Titano in Lega Pro, ci proverà con la burocrazia sotto forma di ripescaggio, poi è forse sarebbe la miglior cosa una rosa efficiente che possa riportare in quota i biancoazzurri. Solo così potrà ricucire lo strappo che inevitabilmente si è creato anche con l'unico gruppo organizzato sul Titano.

Lorenzo Giardi