Logo San Marino RTV

Seconda Divisione: l'analisi del lunedì

31 mar 2014
Seconda Divisione: l'analisi del lunediSeconda Divisione: l'analisi del lunedì
Seconda Divisione: l'analisi del lunedì - In questi casi torna sempre alla mente il celeberrimo Roma – Lecce 2 – 3 penultima giornata del camp...
In questi casi torna sempre alla mente il celeberrimo Roma – Lecce 2 – 3 penultima giornata del campionato di serie A 1985-1986. La Roma perse uno scudetto dopo quell'incredibile sconfitta. Nessuno, assolutamente nessuno pensava che al Mazzola, il Bellaria pescasse la giornata da Grandi. Una doppietta del 21enne biancoazzurro cancella tutte le sicurezze di un Santarcangelo al quale, a questo punto tremano le gambe. I gialloblu hanno ancora il destino nelle proprie mani ma i bonus a disposizione sono terminati. Da Brolli a Melini a Fraschetti avevano messo in tasca almeno 9 punti nelle ultime 5 giornate: Bellaria, Bra e gli ultimi 3 con un Bassano già giustamente e serenamente in vacanza. Poi succede che da 9 adesso sono al massimo 6 ma bisogna ancora farli, e ti accorgi che i cannibali di Petrone non lasciano niente a nessuno. Che sia chiaro; non è che Monza e Mantova hanno già battuto il Santarcangelo, ma quei 9 punti tranquillamente alla portata e da tutti messi in cantiere sarebbero bastati e avanzati per la salvezza. Complimenti alla grande dignità del Bellaria. Assalto con tanto di spaccata (come documentano le foto recapitatoci gentilmente dai colleghi del Corriere di Romagna). Aya salva il Rimini al 93esimo con un goal che mantiene una tacca di ossigeno nelle bombole biancorosse. La squadra, con il punto in tasca rientra a Rimini, ed è attesa da una cinquantina di tifosi davanti al cancello del Romeo Neri. La tensione è alta, parte un lancio di uova simultaneo, ma non basta, viene frantumato un vetro. Il Pullman lascia Piazzale del Popolo, poi dopo circa un'ora il ritorno con il mezzo scortato. Antefatto. Non è stato soltanto la rabbia per una squadra che nonostante il pareggio sta scivolando in D, ma pare che verso la fine della partita Alessandro Cesca si sia rivolto ai tifosi con un gestaccio. Nel dopo partita hanno provato sia De Meis che Osio a calmare le acque senza risultato. Si attendono decisioni in giornata. Tutto facile per il Forlì che ha mantenuto la calma nella lunga attesa. Il malessere del Direttore di Gara Guccini, ha creato panico sia tra i padroni di casa, ma anche negl'ospiti che non avevano alcuna intenzione di far ritorno a Forlì. Alla fine tutto risolto e poker che indirizza al meglio gli uomini di Rossi verso il decisivo derby di domenica al Romeo Neri di Rimini.

Lorenzo Giardi

Foto Gallery

L'assalto al pullman Rimini Calcio

Foto: Corriere di Romagna