Logo San Marino RTV

Davanti ai 20 mila di Hampden Park, la Scozia batte San Marino 6-0

Tripletta nel primo tempo per il giocatore dell'Aston Villa McGinn.

di Elia Gorini
14 ott 2019
Il servizio del match
Il servizio del match

L'Hampden Park accoglie San Marino con oltre 20 mila spettatori. La fredda serata di Glasgow si scalda subito con i padroni di casa che ci mettono 6 minuti per creare la prima grande occasione: Shankland a botta sicuro, Aldo Simoncini, che torna titolare a distanza di due anni si fa trovare pronto. Il gol che la sblocca passa per il minuto 13 quando Christie lo costruisce per intero sul settore di destro, la palla la piazza di sinistro, c'è McGinn la tocca ed 1-0. La Scozia concede qualche cosa e allora i biancoazzurri provano a metterci del loro, a metà tempo bella uscita tutta di prima fino alla trequarti, che vale un corner San Marino. Un buon momento sammarinese viene vanificato dal raddoppio della Scozia. C'è ancora McGinn sulla strada del gol, il giocatore dell'Aston Villa ribadisce in rete la respinta di Simoncini e fa doppietta. Non è tris al 32' quando il portiere del Tre Fiori risponde alla grande su McTominay. Il 42' segna un'altra bella propensione dei Titani che con Berardi partono palla al piede, il giocatore della Vibonese è chiuso, ma ci sono gli applausi scozzesi. Il tris nel recupero di primo tempo è ancora ad opera di McGinn, che fa tripletta, hat trick come dicono da queste parti e si porta anche a casa il pallone. Nella ripresa subito due cambi per Varrella. La pioggia aumenta sempre di più di intensità e il pallone si ferma. Al 60' altro contropiede San Marino con i biancoazzurri che creano una superiorità 6 contro 4, Nanni prova il tiro che li portiere blocca. Cinque minuti dopo arriva il poker scozzese con Shankland che ribadisce in rete il pallone respinto dalla traversa sulla conclusione di McTominay, più di un dubbio sulla posizione c'è. Al 67' è il 5-0, calcio d'angolo e colpo di testa del centrale difensivo Findlay. Il timore che con oltre 20 minuti da giocare possano arrivare ancora reti non manca, anche perché la Scozia non si accontenta. E' paradossale che il gol del 6-0 arrivi nel modo più strano. Fallo a metà campo di Gasperoni, l'arbitro non lo ravvisa, la palla arriva innocua ad Aldo Simoncini, che la raccoglie fuori area convito del gioco fermo, è punizione per la Scozia che Armostrong trasforma nel 6-0 che è anche il risultato finale. L'appuntamento con la Nazionale è per metà novembre, per le ultime due gare del girone, in casa contro Kazakistan e Russia.