Logo San Marino RTV

Futsal, dinastia Tre Fiori: secondo double consecutivo

5 giu 2017
Tre fiori festeggiaFutsal, dinastia Tre Fiori: secondo <em>double </em>consecutivo
Futsal, dinastia Tre Fiori: secondo <em>double </em>consecutivo - Come i gialloblu solo il San Giovanni nel biennio 2009-2011.
Dinastia Tre Fiori: il futsal non conosce alternativa alla corazzata gialloblu da due anni a questa parte, tanto che solo uno strepitoso Pennarossa – nel 2015 – riuscì a tarpare le ali ad un collettivo destinato ad entrare di diritto nella storia del calcio a cinque sammarinese: 6 finali consecutive, 4 trofei in bacheca nel giro di 12 mesi e seconda partecipazione in campo continentale dietro l'angolo.

È uno schiacciasassi il Tre Fiori, che sblocca la finale col San Giovanni – la stessa di campionato – in seguito ad un rimpallo risolto da Muscioni, che nella rete trova la giusta ricompensa a mesi di sacrifici dopo l'infortunio.

Il San Giovanni offre spunti migliori, ma il cinismo del Tre Fiori rischia di divenire proverbiale: Daniel Casadei accompagna in porta – la propria – lo sfondamento di Danilo Busignani, battendo Michele Bollini con un goffo intervento che chiude il primo tempo.

Gli uomini di Spada approcciano alla grande la ripresa, trovando in Poggiali l'uomo del tris, che arriva a seguito di una virata tra due avversari.

Non si disunisce il San Giovanni, che continua a proporre un buon gioco – spesso facendosi preferire rispetto alla controparte – trovando il meritato gol dell'1-3 con la meraviglia di Pasqualini.

Portiere di movimento per Venerucci, che sulla splendida combinazione Gasperoni-Santi-Daniel Casadei accende un barlume di speranza e a due dal termine pure la miccia in vista del finale di partita.

Non ha alternativa a provarci – e a sbilanciarsi – il San Giovanni, che capitola sul pallone perso da Michele Bollini in uscita: Danilo Busignani recupera e scarica in fondo al sacco il suo 51° gol stagionale - quello del definitivo 4-2; non poteva mancare nel tabellino il numero nove gialloblu, che stappa lo spumante e conferma un ciclo che nemmeno un grandissimo San Giovanni è riuscito ad arginare.

LP