Logo San Marino RTV

L'ormai ex C.T Giampaolo Mazza, ospite a "Carte Scoperte", si è tolto diversi sassi dalle scarpe

24 ott 2013
Giampaolo Mazza ospite a Carte Scoperte si è tolto diversi sassi dalle scarpe
Giampaolo Mazza ospite a Carte Scoperte si è tolto diversi sassi dalle scarpe - Il suo nome è rimbalzato su tutti i principali network del mondo. Giampaolo Mazza il c.t più longevo...
Il suo nome è rimbalzato su tutti i principali network del mondo. Giampaolo Mazza il C.T più longevo d'Europa, 15 anni sulla stessa panchina. Nessuno come lui. 85 presenze, dall'ottobre 1998 San Marino – Israele, ad ottobre 2013 San Marino – Ucraina, in totale 82 sconfitte, 2 pareggi ed una sola vittoria in amichevole con il Liechtenstein. In Moldova, nella conferenza stampa pre-partita il suo annuncio shock: “questa è la mia ultima trasferta con la Nazionale, il definitivo congedo allo stadio di Seravalle con l'Ucraina”. In mezzo anche le dichiarazioni del Presidente della Federazione Giorgio Crescentini, che con aplomb inglese, si è limitato a dire, che Mazza con lui, non aveva ancora parlato e che la decisione non sarebbe stata presa prima dell'inizio del 2014. Giampaolo Mazza, ha ribadito il suo addio da C.T le della Nazionale, alla trasmissione di San Marino Rtv curata da Sonia Tura, “Carte Scoperte”. L'ormai ex C.T non ha fatto il nome del suo successore, ma ne ha tracciato l'identikit, mettendo una perentoria croce su eventuali candidature lontane dalla realtà. Altro passaggio significativo, quando sostiene che la sua vita professionale in Federcalcio non è terminata : “mi sto già occupando - ha detto Mazza- del settore giovanile, ma non escludo di intraprendere un altro ruolo”. Un messaggio lo ha indirizzato anche al San Marino Calcio, senza nominare la società, ma ha fatto ben capire che sarebbe necessario che qualche ragazzo della Nazionale facesse parte integrante della rosa dell'unica squadra professionistica della Repubblica. Di fronte alla collega, ha ripercorso i suoi 15 anni da Commissario Tecnico, dal pareggio a Riga, alle pesanti sconfitte. Mazza, sempre composto e leggiadro nelle sue risposte, ha alzato un tono, quando gli è stata girata la carta: “A cena con?”.

Lorenzo Giardi