Logo San Marino RTV

Si chiude l'andata della seconda fase: nel Q1 c'è Tre Penne-La Fiorita, nel Q2 esordio di Andy Selva

Domani il recordman della Nazionale debutta sulla panchina del Pennarossa, l'avversario è il San Giovanni.

di Riccardo Marchetti
14 feb 2020

L'andata della seconda fase si chiude con la partita delle partite di questi ultimi anni di calcio sammarinese. Nella domenica del Q1 spicca Tre Penne-La Fiorita, da una parte la capolista attuale - reduce da tre successi - dall'altra l'ex prima della classe, declassata al quarto posto dalle due sconfitte consecutive contro Tre Fiori e Folgore. Non proprio il modo migliore per arrivare al terzo big match di fila, al quale tra l'altro i gialloblu si presentano senza i centrali difensivi titolari - Olivi e Di Maio – squalificati al pari di Zafferani. Avversario in difficoltà anche per l'altra capolista, il Tre Fiori: c'è la Libertas, priva degli squalificati Berretti e Brandino, penultima con 4 ko nelle ultime 5 e appena 4 gol segnati. Un problema, quest'ultimo, che non riguarda i gialloblu, che al Cailungo, col bomber Compagno sugli spalti, ne hanno rifilati 6 sull'asse Apezteguia-Gjurchinoski. Dal miglior attacco alla miglior difesa, quella di una Folgore ancora imbattuta – al pari dei due Tre – e sin qui perforata solo due volte, con +10 di differenza reti. Falciano sta a -2 dalla vetta e incrocia l'altra penultima, la Virtus, per l'occasione priva di Babbini e Alvarez. Chiude il pacchetto domenicale la delicata sfida playoff Murata-Cailungo: ci sono tre punti tra i bianconeri, quinti, e i neroverdi, ultimi e sempre sconfitti dopo il vittorioso esordio con la Virtus. Qui c'è uno squalificato per squadra: Pasolini da un lato, Raschi dall'altro.

Ad aprire la giornata però è il sabato del Q2 e lì la copertina è tutta per Andy Selva, che dopo le esperienze a livello giovanile esordisce tra i “grandi” anche come allenatore. Il suo Pennarossa – che l'ha chiamato per sostituire Abbondanza – è secondo e gli garantisce un esordio soft, almeno sulla carta: c'è il San Giovanni, ultimo e ancora senza vittorie al pari della Juvenes/Dogana, che invece è di riposo. Chiesanuova deve difendere il secondo posto condiviso col Cosmos, impegnato nella partita clou del turno contro il Faetano: per la squadra di Cioffi – prima e unica imbattuta del girone – è l'occasione per fuggire a +8 dal terzo posto, che sarebbe una mezza assicurazione sui playoff. Faetano senza Quaranta, Serravalle priva di Della Valle. Infine Domagnano-Fiorentino: se si vuole alimentare speranze playoff la vittoria è d'obbligo, in particolar modo per i rossoblu.