Logo San Marino RTV

Esattamente 12 mesi fa lo spaventoso incidente che ha coinvolto il sammarinese Bryan Toccaceli

Il pilota di motociclismo oggi è a casa tra l'affetto di amici e famigliari

1 mag 2019
Bryan Toccaceli
Bryan Toccaceli

Erano le 17.40 di martedì primo maggio 2018. Bryan Toccaceli, utilizza il giorno di festa, per allenarsi in vista della stagione agonistica, sul circuito della Baldasserona. Plana da una rampa, quando in volo, a causa di un guasto meccanico, il motore si spegne. Al termine della salita la moto si contorce e Bryan Toccaceli viene catapultato, poi l'inevitabile tremendo impatto al suolo. Uno dei primi ad accorgersi delle sue condizioni fu il Campione del Mondo Baja Alex Zanotti.

Trasportato d'urgenza all'Ospedale di Stato, immediato il suo trasferimento al Bufalini di Cesena dove viene intubato in terapia intensiva. Le sue condizioni sono gravi. Tutta la Repubblica trattiene il fiato e comincia ad inondare di affetto la famiglia molto conosciuta sul Titano. Non solo semplici cittadini, ma anche tutto il mondo dei motori si mobilita: messaggi di affetto e pronta guarigione arrivano persino dal 9 volte Campione del Mondo Valentino Rossi, che gli dedica una scritta sul suo casco. Una corsa di solidarietà continua: tanto che Bryan pronuncerà la frase “ la mia forza si è moltiplicata grazie a voi”. Bryan Toccaceli che compirà 24 anni domani, ha trascorso 18 giorni nell'area di crisi del Bufalini di Cesena dove gli è stata diagnosticata la frattura di due vertebre cervicali. Le lesioni sono state ridotte con un intervento chirurgico e dopo le prime 48 ore i medici hanno pronunciato una prognosi, riscontrando "una leggera movimentazione degli arti superiori", nessuna funzionalità agli arti inferiori. Il 17 maggio il trasferimento all'Istituto di alta specializzazione di Montecatone polo regionale di riferimento per la riabilitazione intensiva delle persone colpite da lesioni midollari.

Con la strettissima vicinanza di mamma Sabrina e Papà Paolo e una forza immane, Bryan riuscirà a passare tutti i momenti difficili e l'8 febbraio 2019 il definitivo rientro a casa. Il pilota, aveva assaggiato il calore di famigliari e amici anche durante le festività natalizie, presentandosi per la prima volta in pubblico durante le celebrazioni di San Silvestro in piazza Sant'Agata gremitissima di fans che gli hanno tributato una vera e propria standing ovation. Bryan Toccaceli, trascorre i giorni, circondato dall'affetto smisurato di amici e famigliari, nella propria abitazione dotata di tutte le più efficaci attrezzature di sostegno. Da poco anche una palestra in garage che gli consente di completare la fisioterapia che svolge regolarmente all'ospedale di Stato. Il suo sogno è quello di poter partecipare alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 dove avrebbe, in caso, un grandissimo tifoso in più come Alex Zanardi