Logo San Marino RTV

Presentata la Dakar 2020, si correrà in Arabia Saudita

Dal 5 al 17 gennaio si correrà la quarantaduesima edizione del rally raid più famoso al mondo. 7800km di percorso per la carovana della Dakar, dopo Africa e Sud America si correrà in Asia per la prima volta. La "stella" è Fernando Alonso.

di Alessandro Ciacci
20 nov 2019
Presentata la Dakar 2020, si correrà in Arabia Saudita

Dakar, capitolo 3. Dopo l'Africa e il Sud America, il rally raid più famoso al mondo si correrà nel continente asiatico e più precisamente in Arabia Saudita. Dal 5 al 17 gennaio prossimo, la carovana dovrà affrontare un percorso di oltre 7800km e che porterà i concorrenti a scoprire il paese più vasto della penisola arabica. Dalla capitale Jeddah, dalla costa desertica alla montagna e ad Al Qiddiyah, dove si chiuderà la Dakar 2020. “La prima settimana sarà più semplice” - spiega David Castera, direttore della corsa - “poi si entrerà nel vivo con un percorso molto impegnativo tra dune, canyon e vallate oltre a temperature che andranno da un minimo di 5 gradi ad un massimo di 30”. Ci sarà da sbizzarrirsi, dunque, per quella che è la 42esima edizione.

Saranno 572 i piloti al via con 347 mezzi, per una lista di partenti più numerosa del 5% rispetto al 2019. E le stelle non mancheranno: a partire da Fernando Alonso, due volte campione del mondo F1, al volante di una Toyota affiancato da Marc Coma. Poi i “Mr.Dakar” con i favoritissimi Stephane Peterhansel (13 successi in carriera), Nasser Al-Attiyah e Carlos Sainz. Tra le moto, invece, caccia aperta alle KTM, dominatrici incontrastate dal 2001.