Logo San Marino RTV

Enzo Pasquali, direttivo Md: Facciamo chiarezza e spieghiamo cosa succederà dopo il 2 giugno

30 mag 2019
Enzo Pasquali, direttivo Md: Facciamo chiarezza e spieghiamo cosa succederà dopo il 2 giugno

Prima di tutto si DEVE andare a votare, è un nostro diritto ed obbligo. In più è il primo referendum senza quorum, veramente volete che altri decidano su questi 2 quesiti? Scheda gialla: Diritti Civili, perché tutte le persone siano uguali davanti alla legge SENZA discriminazione di orientamento sessuale. Quindi un bel SI e non c'è tanto di cui discutere. Scheda Blu: Modifica della Legge Elettorale. Vorrei smontare tutte le storielle raccontate per pura propaganda: 1)Con questo referendum il governo non cadrà, a patto che qualcuno interno alla attuale maggioranza lo voglia far cadere! Sfatiamo la barzelletta di maggioranza “vogliono che votate Si per delegittimare il nostro governo” la modifica alla legge non è retroattiva, si ci teniamo consiglieri di 24/41 voti che non conoscono nemmeno le leggi e normative e verrà cambiata eventualmente per le prossime elezioni. 2) “No ai Ballottini” ovvero quelli che fanno politica solo con la malafede. Coloro che vi dicono di votare “No per evitare i ballottini” o ancora peggio per evitare il “ballottino DC – Rete” vi stanno mentendo e vi sta dando una visione offuscata delle possibilità che potrebbero accadere alle prossime elezioni. Siamo onesti solo chi vuole arrivare con una manciata di voti al ballottaggio e “sembrare il meno peggio” può voler restare con una legge del genere, accedendo ad una maggioranza con consiglieri di comodo che ne hanno 15/30 voti, che resteranno attaccati alla poltrona in quanto una occasione del genere non gli ricapiterà mai più. Invece di dire di No, provate a lavorare per una coalizione che rappresenti il 50%+1 della popolazione e non il 31%. 3) Votando SI cosa succede ? Se la coalizione presentatasi all'elezione fa 51% vince e la legge le concede 4 seggi come premio di maggioranza e non 15! Nel Caso in cui 3 coalizioni arrivano con un scarso 30% a si apre un momento di consultazioni fra la prima arrivata e le altre coalizioni o liste che hanno superato lo sbarramento, si cerca di avere un confronto con chi è vicino ai tuoi pensieri ed ideali per formare un governo rappresentativo del paese. Se non funziona, si passa la palla alla seconda che fa la stessa e se formano una maggioranza con una rappresentatività di oltre il 55% della popolazione governano altrimenti la legge prevede si vada al Ballottaggio come estrema ratio e poi ci teniamo un governo con 31% di consenso. Chiariti questi punti e spunti vi rinnovo il mio invito ad andare a Votare il 2 Giugno, è vostro dovere ricordatelo sempre! E di votare Si alla modifica della Legge elettorale i Votare Si alla modifica della carta dei diritti. . Enzo Alberto Pasquali Movimento Democratico San Marino Insieme