Logo San Marino RTV

Segreteria Istruzione: inaugurazione mostra "Il mare dentro: migranti di oggi e di ieri"

16 dic 2015
Segreteria Istruzione: inaugurazione mostra "Il mare dentro: migranti di oggi e di ieri"
Segreteria Istruzione: inaugurazione mostra "Il mare dentro: migranti di oggi e di ieri"
Si informa che nella giornata di venerdi 18 dicembre ore 19.30 alla presenza degli Ecc. Capitani Reggenti, del Segretario di Stato Istruzione Morganti e dei numerosi artisti coinvolti, inaugura la mostra "Il mare dentro: migranti di oggi e di ieri" presso Palazzo Graziani, piazzale Lo Stradone , San Marino Città, ad ingresso libero fino al 6 gennaio 2016.

I fondi raccolti durante l’esposizione e dalle eventuali vendite delle opere esposte, saranno devoluti all’UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati). L’evento è inoltre patrocinato dalla Segreteria di Stato Istruzione e Cultura e dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri.
L’ideazione e l’organizzazione è stata curata assieme all’Associazione Artistica Noor2 e ad alcuni artisti sammarinesi e di altre nazionalità e con il materiale fotografico e scritto fornito dal Centro Studi sull’Emigrazione di San Marino.
Esporranno gli artisti: Gisella Battistini, Stefania Bizzocchi, Anna Maria Capicchioni, Antonio Faetanini, Alessandra Filippini, Raffaella Fosca, Giovanni Giulianelli, Marino Macina, Vanessa Macina, Eleonora Mazza, Luciano Michi, Domenico Naso, George Santi, Hadassa Shimon, Elisa Ugolini.
Grazie alla collaborazione con l'associazione culturale musicale Pro Arte Cultura Et Musica l'inaugurazione sarà accompagnata dalle musiche di F. J. Haydn, W. A. Mozart e L. V. Beethoven, eseguite da Antonio D'Abramo e da una Performance del “Coro Filarmonico Le Voci Liriche” diretto da Silvia Vico, musiche di G. Verdi.
All'inaugurazione sarà presente il fotoreporter Livio Senigalliesi, curatore lo scorso settembre della straordinaria mostra fotografica "Boat people, boat dreams": nell'occasione Senigalliesi consegnerà uno dei suoi bellissimi scatti che andrà ad arricchire la collezione artistica di "Terra libera, terra aperta", spazio espositivo dedicato ai temi dell'accoglienza e del dialogo interculturale.