Logo San Marino RTV

Bellaria. Abusivo tenta di fuggire ai controlli tuffandosi in mare. I turisti lo difendono

9 ago 2018
Un venditore ambulante. Foto ansa
Un venditore ambulante. Foto ansa
Un venditore ambulante senegalese 54enne, che operava nella spiaggia di Bellaria, ha tentato il tutto per tutto per sfuggire ai controlli della Polizia di Stato.

Una volta resosi conto della presenza degli ufficiali, sul posto per una serie di controlli, li ha spintonati, ferendone uno alla mano, poi ha tentato la fuga tuffandosi in mare. Si è allontanato a parecchi metri dalla riva, finchè non è stato colto da un malore.

La scena, martedì scorso, è passata sotto gli occhi di alcuni turisti che hanno iniziato ad urlare offendendo le forze dell'ordine, con frasi pesanti come "Siete dei fascisti, andate ad arrestare i ladri", secondo quanto riporta il Corriere Romagna.

La situazione ha portato anche ad accenni di zuffa fra bagnanti che la pensavano diversamente. Il tutto poi è tornato sotto controllo. Gli stessi agenti hanno soccorso l'uomo, poi hanno proceduto all'arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

La sua merce, uno zaino con una quarantina di paia di occhiali, è stata posta sotto sequestro. Per lui è arrivata la condanna per direttissima a un anno e due mesi di reclusione, più una multa di 250 euro.

Non è stato l'unico venditore abusivo fermato dalle forze dell'ordine, nell'ambito dei controlli sono 21 gli stranieri fermati in procinto di intraprendere attività commerciale abusiva. Per loro è arrivata una sanzione, oltre il sequestro della merce.