Logo San Marino RTV

Italia? La tigre europea del 2014

18 gen 2014
Italia? La tigre europea del 2014Italia? La tigre europea del 2014
Italia? La tigre europea del 2014 - Italia, nel breve periodo, tigre europea dell'economia. Sembra fantascienza, visti i tempi che corro...
Italia, nel breve periodo, tigre europea dell'economia. Sembra fantascienza, visti i tempi che corrono, e i dati macroeconomici deprimenti del Belpaese: primo su tutti quello della disoccupazione. Ma se a dichiararlo è Marco Mazzucchelli, managing director della Julius Bar - la più importante banca svizzera di pura gestione patrimoniale – allora la questione si fa interessante. Inutile ricordare che, un'impennata improvvisa dell'economia italiana, avrebbe ricadute benefiche decisive anche per il Titano. La tesi di Mazzucchelli prende spunto da un'analisi attenta dell'andamento economico globale. Da alcuni mesi – afferma – i capitali escono dai mercati emergenti, come i Brics, per tornare in quelli maturi: Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna, Giappone. Questo è determinato da una molteplicità di fattori; fondamentale – comunque – la fine del boom dei prezzi delle materie prime, ma anche l'instabilità politica in alcuni Paesi chiave come India, Turchia e Sudafrica. L'Italia, tra i grandi Stati – cosiddetti maturi – presenta al momento il gap maggiore rispetto al pieno potenziale, con un reddito pro-capite sceso di ben oltre il 10%, rispetto al tetto massimo. Come dire, il fondo è già stato toccato, non si può che crescere e l'Italia ha tutte le carte in regola per farlo, ma deve cogliere l'attimo. E un ulteriore aspetto positivo viene dall'ammorbidimento delle regole per il credito, che dovrebbe portare al superamento di uno dei problemi più gravi per l'economia italiana: la difficoltà a prestare denaro – da parte delle banche - a imprese e famiglie.

Giammarco Morosini