Logo San Marino RTV

Paradossi da Coronavirus: mercato regolare a Gabicce, vietato a Cattolica

I due mercati distano appena 300 metri.

di Filippo Mariotti
28 feb 2020
Il fiume Tavollo che divide i due comuni
Il fiume Tavollo che divide i due comuni

Gli abitanti di Cattolica questa settimana non hanno potuto recarsi al mercato, poiché sospeso da ordinanza comunale. Ma, oltrepassando il Tavollo, a poche centinaia di metri, hanno potuto tranquillamente fare compere nelle bancarelle di Gabicce. Altro comune, altra provincia, altra regione. È uno dei paradossi del Coronavirus, coi divieti che cambiano nell'arco di alcuni metri. A denunciare questa situazione il rappresentante degli ambulanti per Confesercenti Pesaro, Andrea Rinaldi, che, sulle pagine del Corriere Romagna, sottolinea come a Misano e Riccione, il mercato si è tenuto regolarmente. “Ci chiediamo quale sia la differenza tra i presunti assembramenti nei mercati settimanali e quelli a cui abbiamo assistito nei supermercati e nei centri commerciali”, rimarca Rinaldi. Centri commerciali dentro i quali si rifugiano anche quei ragazzi che non possono andare a scuola. Intanto il presidente provinciale di Confesercenti, Fabrizio Vagnini, ha chiesto ai governi locali la sospensione dei pagamenti delle tassi comunali, come la Tari, viste le difficoltà che stanno vivendo le attività economiche.