Logo San Marino RTV

Carisp: verso la nomina di un amministratore delegato

8 feb 2019
CarispCarisp: verso la nomina di un amministratore delegato
Carisp: verso la nomina di un amministratore delegato - Nella prossima assemblea anche decisioni su azioni di responsabilità nei confronti delle precedenti...
Sono giorni intensi per Cassa di Risparmio alle prese con una serie di cda a cui seguirà, il 18, l'Assemblea. Sul tavolo scelte decisive non solo per l'istituto ma per l'intero paese.

Rimettere in attività la Banca dello Stato sul profilo dei ricavi è un'operazione complessa ma necessaria per il rilancio del sistema. Non si traduce nel solo taglio dei costi ma in un lavoro di ricerca di nuovi segmenti reddituali ad oggi sconosciuti nel mondo bancario sammarinese. La sfida della competitività, del resto, si muove in un mercato in continuo mutamento e chi si ferma è perduto. “Servono quindi un progetto strutturato e competenze”. Una sorta di leitmotiv per Governo e maggioranza che, in attesa del memorandum con Bankitalia che permetterà di aprire il mercato, si concentrano sul fronte interno. Si starebbe chiudendo il cerchio intorno alla figura di un amministratore delegato, con competenze nella ristrutturazione bancaria, che potrebbe affiancare o sostituire uno od entrambi gli attuali vertici.

Siamo nel campo delle ipotesi, non è ancora chiaro il passo successivo anche se, guardando alle raccomandazioni di Bankitalia agli istituti italiani con raccolta contenuta, una governance composta da Presidente, AD e Direttore è considerata eccessiva. Si tratta di una partita tecnico/politica delicata, non si può sbagliare. Sarebbero stati vagliati sette candidati di alto livello, con esperienze in primari istituti italiani e pare sia quasi concluso il primo giro di colloqui con la Segreteria alle Finanze. La nomina è prevista lunedì 18, in Assemblea. L'amministratore delegato potrebbe quindi essere inserito come nuovo membro del cda attribuendogli rilevanti deleghe.

Sempre il 18 è attesa un'altra importante decisione: se procedere con azioni di responsabilità su indicazione del cda che in questi giorni sta vagliando le relazioni dei legali, incaricati ad approfondire le posizioni delle precedenti governance nella gestione del credito.

MF