Logo San Marino RTV

Politica fra legge salvabanche, Commissioni d'inchiesta, accuse incrociate e prove di dialogo

Fra reciproci attacchi e botta e risposta, Civico10 lancia una serie d'incontri sulle emergenze partendo da SSD "interlocutore privilegiato"

di Monica Fabbri
11 giu 2019
Palazzo Pubblico
Palazzo Pubblico

Alla vigilia di un Ufficio di Presidenza che dovrà sciogliere il nodo sull'ordine del giorno del Consiglio d'urgenza di venerdì, SSD riunisce il Direttivo per fare il punto. Sono stati giorni intensi, che hanno visto riaccendersi lo scontro fra maggioranza ed opposizione dopo CCR allargati e la condivisione sulla legge salva-banche. I vertici del partito ricostruiscono gli ultimi avvenimenti, dalla nomina del Cda di Cassa fino alle tensioni in Ufficio di Presidenza con la richiesta della minoranza di vincolare il testo sulle banche alla commissione d'inchiesta sul Cis. Il direttivo non accetta ricatti, condanna il metodo e ribadisce che non accoglierà le dimissioni di Fiorini al quale va tutta la solidarietà. L'input politico è chiaro: le leggi sulle commissioni d'inchiesta vanno sostenute e SSD le voterà. La richiesta è di approvarle nella stessa sessione, magari convocata per più giorni. “Non temiamo nulla – chiarisce il Segretario Alessandro Bevitori – e le sosterremo in maniera palese”. Giovedì, in Ufficio di Presidenza, la Reggenza porterà all'attenzione dei capigruppo la sua proposta.

Lo scontro Ciavatta- Fiorini è stato per giorni protagonista di comunicati e conferenze stampa e Repubblica Futura torna a parlarne, accusando la Dc di voler sminuire la “vicenda tra due consiglieri”, arrampicandosi sugli specchi per difendere l'indifendibile. Rispedisce poi al mittente le accuse di non voler portare a compimento il cosiddetto “progetto salvabanche”, ricordando che la legge ha ottenuto il consenso di tutte le forze politiche, Governo compreso. Su Repubblica Futura si concentrano gli attacchi dell'opposizione. Critiche anche ieri sera dal Ps che ha accusato ap di aver amplificato uno spiacevole episodio in Ufficio di Presidenza con il chiaro obiettivo di distrarre l'attenzione dai veri problemi del paese.

Nel frattempo Civico 10 lavora alla coesione fra le forze politiche e per il dialogo con le associazioni datoriali e sindacati. Ieri sera l'Assemblea si è focalizzata sulle emergenze e chiede riappacificazione. Il movimento avvierà un ciclo di incontri partendo da SSD che considera interlocutore privilegiato.