Logo San Marino RTV

Cesenatico si veste di giallo e celebra il suo Pirata

3 ago 2013
Cesenatico si veste di giallo e celebra il suo Pirata.Cesenatico ricorda il Pirata nella "notte gialla"
Cesenatico ricorda il Pirata nella "notte gialla" - Cesenatico si veste di giallo e celebra il suo Pirata: centinaia di persone ieri sera ai piedi del g...
Una festa sì, ma del ricordo. Bisogna sempre andarci piano ad accostare la parola festa ad un evento che vuole mantenere vivido il ricordo di chi non c'è più. “Ma quale festa?” - potrebbero dirvi. E non avrebbero del tutto torto. Ma la Notte Gialla di Cesenatico, che vuole mantenere fresca l'immagine e la vita sportiva di Marco Pantani nei ricordi di tanti amici, ammiratori, addetti ai lavori e via dicendo, è qualcosa di molto simile – ci perdoni chi dissente – ad una festa. Perchè a Cesenatico si respira, si beve, si vive di Marco Pantani, che a 15 anni da quell'accoppiata Giro e Tour che fece esplodere la gioia italiana, è entrato di diritto nel gotha dello sport italiano. Per una sera mettiamo da parte altri fili che pur necessiterebbero di essere tessuti, e ci soffermiamo sul ricordo, sull'apprezzamento, sulle immortali imprese che di Pantani fecero una leggenda su pedali.
Tante le personalità di primo piano intervenute alla serata condotta dal giornalista Mediaset Davide De Zan. Tante le suggestioni, le storie collaterali a quella con la “s” maiuscola. Un unico protagonista, che si staglia tra mare e cielo, lassù dove nemmeno dal punto più alto della sua Cesenatico si potrà intravedere, ma solo pensare più profondamente. Lui, Marco Pantani, ha fatto innamorare una generazione di sportivi, un'altra l'ha praticamente battezzata. Non solo nel cuore di Tonina e Paolo o dei familiari e amici più stretti: Pantani non verrà messo da parte. Perchè Pantani è una bandiera che sventolerà per sempre.


Luca Pelliccioni


Dal telegiornale delle ore 14:15
Cesenatico ha ricordato ancora una volta il suo grande campione. Accuse, chiacchiere, liste francesi non riescono a scalfire il mito del pirata. Del resto il ciclismo era Pantani. In Piazza Costa è andata in scena la seconda edizione della notte gialla, condotta da un giornalista, Davide De Zan, che ha vissuto direttamente e raccontato le imprese di Marco. Tanta, tantissima gente, momenti di allegria intervallati da altri di emozione. Sul palco ospiti a raccontare il pirata, episodi particolari legati alla carriera sportiva e alla vita privata del fuoriclasse. Tra questi Gene Gnocchi, Beppe Conti, Michele Acquarone. Proiettati filmati che ricordavano le migliori performance del Pirata. Durante la serata consegnato il Premio Città di Cesenatico “ La Caravella 2013” a Dalia Muccioli che, grazie alla vittoria nel tricolore su strada, categoria Elite, si è meritata la citazione. La Muccioli non era presente perché impegnata al Tour. Messaggio video di Valentino Rossi, anche lui assente per precedenti impegni presi.

Piero Arcide