Logo San Marino RTV

Champions: semifinali senza italiane

14 apr 2011
I miracoli non si programmano, tutt’al più si possono invocare. Lo aveva fatto Leonardo, ma per la sua Inter le frontiere dell’Europa sono chiuse. Sepolti a San Siro nella gara di andata, i nerazzurri sono usciti sconfitti anche da Gelsenkirchen. Lo Schalke passa con l’antico Raul e Howedes inframezzato dall’effimero pari del nuovo italiano Tiago Motta. Se dopo il crollo di San Siro si gridò alla mancanza di equilibrio e si puntò il dito contro le scelte di Leonardo, quella di ieri sera è sembrata soprattutto una squadra senza la necessaria forza fisica. Cosa che invece non fa difetto al Real. E’ una macchina la squadra di Mourinho che con la qualificazione già in tasca riesce a sbancare anche White Hart Lane. Troppo poco il Tottenham anche se poi al tirar delle somme i londinesi sono stati condannati da un paperone di Gomes. La Champions da ieri è affare per quattro. Manchester United, Schalke, Barcellona, Real. L’Italia guarda e nel calcio che conta non c’è più.

Roberto Chiesa