Logo San Marino RTV

Impey vince la nona tappa, Alaphilippe resta in giallo

14 lug 2019
@quotidiano.net
@quotidiano.net

Brutta caduta e conseguente ritiro per Alessandro De Marchi in avvio di tappa e poi se ne vanno in 14 ad animare la frazione che porta la Grand Boucle da Saint Etienne a Brioud. In Francia si commemora la Presa della Bastiglia, è festa nazionale, mentre ai 14 temerari si aggiunge anche Soler che arriva di rincorsa. Il gruppo maglia gialla non ha interesse ad alzare il ritmo per inseguire quelli davanti che intanto. La bagarre si scatena negli ultimi 50 chilometri: prima ci provano Cortina, Benoot e Stuyven. Ripresi i tre, ci prova Pöstlberger in solitaria: l’austriaco guadagna circa 45 secondi sui compagni di fuga, mentre il gruppo maglia gialla continua a perdere terreno. Dal gruppo battistrada, che ha aumentato il ritmo, si staccano progressivamente i più stanchi a cominciare da Boassn Hagen. Sull'ultimo GPM di montagna il forcing di Nicolas Roche sulle rampe della salita, solamente il belga Benoot tiene la ruota dell’irlandese. In un secondo momento il sudafricano Impey raggiunge i due fuggitivi per formare il terzetto che si giocherà la nona tappa. A otto dal traguardo si stacca Roche, e nel gruppo che segue tentativo del francese Bardet che si trascina Porte e Bennett. Il Team Ineos annulla il tentativo. Nello sprint a due Impey ha la meglio sul belga e si aggiudica la tappa. Il gruppo maglia gialla arriva con un ritardo di 16'24" con Julian Alaphilippe che si conferma leader della classifica generale con 23 secondi di vantaggio su Ciccone