Logo San Marino RTV

Jimenez tiene vivo il Cesena

28 feb 2011
Morti e sepolti al minuto 89, vivi al 90’ con un rigore nel migliore dei casi generoso e grazie all’autogestione della squadra che ha ignorato le indicazioni di Ficcadenti. Voleva Colucci dal dischetto il tecnico, c’è andato Jimenez e dunque il gol e forse la malattia che si allunga. Perchè nonostante i tre punti la salvezza è ancora lontana. Certo senza la vittoria il discorso sarebbe stato chiuso. Malattia lunga si diceva perché il primo tempo non è stato quello di una squadra che si vuol salvare. La solita faccia timidi, i passaggini scontati e i cambi, i soliti quelli con i quali Ficcadenti si fa odiare. Ancora Rosina e tutto lo stadio ce lo manda e poi Giaccherini così tardi perché - si malignava - ormai Rosina era già uscito, insomma la vittoria di ieri assomiglia ad una cosa trovata più che ad una vera e propria inversione di tendenza. Da salvare gli ultimi dieci minuti di lancioni, corse, e cose fatte con l’istinto. Insomma nate quando Ficcadenti non c’entrava più. Nel video l'intervista a Steve von Bergen (Difensore Cesena)

Roberto Chiesa