Logo San Marino RTV

Milano sfiora il colpaccio a Madrid: il Real passa 94-89

28 gen 2017
Milano sfiora il colpaccio a Madrid: il Real passa 94-89
Milano sfiora il colpaccio a Madrid: il Real passa 94-89
Per tre quarti abbondanti il Palacio de Deportes trema davanti a un'Olimpia Milano quasi perfetta, poi la capolista Real Madrid tira fuori gli artigli e si impone 94-89. Niente terzo successo di fila ma tanta autoconsapevolezza in più per le Scarpette Rosse, che replicano – anzi superano – la grande prestazione contro l'Olympiacos di mercoledì.

Se stavolta non arrivano i due punti è solo per l'immensa classe dei due uomini di punta dei blancos, Sergio Llull e il neanche 18enne Luka Doncic. Lo spagnolo tira da dove vuole, infila 20 punti e ci aggiunge pure 9 assist, lo sloveno ne piazza 17 con 9/10 al tiro e sfodera stoppate e carisma da veterano consumato.

Eppure, nonostante questi mostri e il duo Carroll/Ayon altrettanto in palla, nel primo tempo Milano regge l'urto grazie a un 75% al tiro da due e all'intervallo lungo è avanti di 3. E raggiunge l'apoteosi nel terzo quarto, quando si issa fino al massimo vantaggio di 6. A guidare la rumba è l'anima slava del gruppo: Simon ne fa 20 totali, Dragic e Raduljica ne sommano 25 e Macvan aggiunge alla causa 7 rimbalzi.

Gli ultimi 10' si aprono sul +4 Milano, la penetrazione di Simon sembra dire che l'andazzo è buono e invece ecco che il Real cala gli assi e si prende la posta in palio. A metà quarto i blancos rimettono il muso avanti con la tripla di Llull, la cui esultanza scatenata è il simbolo di quanto l'Olimpia sia riuscita a spaventarlo. Altrettanto liberatoria la schiacciatona in contropiede di Doncic, che vale i definitivi titoli di coda. Una sconfitta che paradossalmente cancella definitivamente i 10 ko di fila di Milano, che ora guarda l'Eurolega con gli occhi di chi può giocarsela. La prossima è al Forum contro un Darussafaka in crisi, che chiude la zona playoff otto punti più su: sperare di riaprire la corsa al post-season è forse utopico, ma se ci si vuole provare quella coi turchi sa di ultima chiamata.

RM