Logo San Marino RTV

Motomondiale Sachsring: secondo De Angelis

17 lug 2006
Motomondiale Sachsring: secondo De Angelis
Quando ha piantato il gas e se ne è andato, si è materializzato il sogno. Una prima vittoria così a lungo cercata, così meritata è il classico lieto fine. Alex De Angelis marcia spedito verso la prima volta. Resiste solo Takahashi con possibilità di vittoria vicino allo zero. La sua Honda si aggrappa al sogno sammarinese, sta lì lotta e combatte. Un duello rusticano all’ultima staccata. Incredibile, ma Takahashi passa. Maledetto Sachsring, che non ti fa gustare nemmeno il secondo posto. Si gusta il terzo Lorenzo, che mette la sua Aprilia davanti alla Honda di Dovizioso. Una mossa che consente allo spagnolo anche di tornare leader del mondiale.
In 125 urla la Romagna. Mattia Pasini al fotonish sull’altro cavallo di razza Bautista. Terzo Lukas Pesek a completare il podio di una gara che è stata lotta a tre. Pasini, di mezzo starnuto davanti, riduce anche il gap in classifica per un mondiale di quarto di litro improvvisamente incerto, acceso, interessante. La MotoGp ritorna dal Sanchsring con una ventata di normalità, dopo le trasgressioni di questo primo semestre 2006. Vince Valentino, in rimonta, dopo essere partito undicesimo, con una moto meno veloce almeno di un altro paio. Ma vince e ritorna a scherzare, vince e si infila la maglia azzurra. Un gemellaggio tra campioni del mondo, appena sotto il cielo. Con buona pace di chi lo da distratto e satollo appena va storto qualcosa. Attenzione alle sentenze definitive. Un campione non è mai finito, se se la lega al dito sono figuracce in serie per i detrattori. Podio con un bel Melandri e Hayden. Ciambellani alla corte del re.