Logo San Marino RTV

Nuoto paralimpico: ai campionati mondiali tre ori per gli italiani

Un successo per gli azzurri nella prima giornata, condito anche da un record mondiale

di Elia Folco
10 set 2019
Nuoto paralimpico: ai campionati mondiali tre ori per gli italiani

Grandissimo debutto per gli atleti italiani ai Mondiali paralimpici di nuoto, con la bellezza di otto medaglie conquistate: tre bronzi, due argenti ma soprattutto tre ori, che innalzano gli azzurri a potenza nella disciplina. A dare il via a questo filotto è Antonio Fantin nei 400 metri stile libero, con il tempo di 5'00''67, che vale anche il record italiano. Dietro di lui i russi Granichka e Lenskii. È poi il turno di Stefano Raimondi, che vince nei 50 stile libero con il tempo di 23''63, otto centesimi in meno del brasiliano Rodriguez che valgono anche a lui il primato nazionale. La prova che brilla di più è però quella di Simone Barlaam, che non solo ha vinto la medaglia d'oro nei 100 metri stile libero, ma ha anche stabilito il nuovo record mondiale, con il tempo di 54''10. Per lui è il secondo successo consecutivo nella disciplina dopo quello di due anni fa in Città del Messico, che gli permette anche di qualificarsi alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. E a proposito di record mondiali, nei 400 stile libero femminili la campionessa paralimpica Rebecca Meyers ha conquistato l'oro in 4'22''34, che le vale anche il primato. Bronzo invece per Carlotta Gilli. Gli altri due bronzi vanno a Giulia Terzi nei 50 farfalla e Francesco Bocciardo nei 50 metri rana. Sempre Bocciardo conquista l'argento nei 50 stile libero, con lui Giulia Ghiretti nei 100 metri rana, che valgono anche a lei il record italiano.