Logo San Marino RTV

Nuoto paralimpico: Italia prima nel medagliere

di Elia Folco
17 set 2019
Nuoto paralimpico: Italia prima nel medagliere

Per la prima volta nella storia, l'Italia ha vinto i Campionati Mondiali di nuoto paralimpico, portando a casa la bellezza di 50 medaglie, di cui addirittura 20 ori, quattro nell'ultima giornata accompagnati da un argento e un bronzo, più il record mondiale di Efrem Morelli, che a quarant'anni si toglie la soddisfazione del primato nei 100 rana. Tante le stelle azzurre in questo mondiale, da Stefano Raimondi ad Antonio Fantin, passando per Arianna Talamona e Carlotta Gilli, vincitrice di sei medaglie totali, di cui quattro ori, oscurata solo dalle incredibili prestazioni dell'olandese Liesette Bruinsma, che nei 400 metri stile libero ha stracciato le sue avversarie con oltre mezza vasca di vantaggio e un nuovo record mondiale. La star indiscussa della rassegna iridata è però il giovanissimo Simone Barlaam, talmente forte che ormai può essere battuto solo da se stesso: la sua quinta medaglia d'oro, arrivata nei 50 stile libero, coincide anche con il suo quarto record mondiale, superando di 39 centesimi il primato che lui stesso aveva stabilito. Il successo però appartiene a tutto il gruppo azzurro, come dimostra anche il primo posto nella 4x100 stile libero maschile, vinta da Barlaam, Fantin, Raimondi e Stefano Morlacchi. Dietro l'Italia, si piazzano nel medagliere Russia e Gran Bretagna, solo sesti gli Stati Uniti.