Logo San Marino RTV

Champions, Inter e Napoli vanno da Barcellona e PSG

24 ott 2018
allenamento InterChampions, Inter e Napoli vanno da Barcellona e PSG
Champions, Inter e Napoli vanno da Barcellona e PSG - Mercoledì di trasferte insidiose per le italiane, che però si presentano da capolista dei rispettivi...
Come al solito, al Camp Nou c'è un argentino che deve trascinare i suoi alla vittoria a suon di reti. Stavolta però non è Messi – infortunato – bensì Icardi, che lasciò le giovanili del Barcellona a causa della locale ossessione per il falso 9, linea lanciata su misura per Leo in prima squadra. La Samp chiamò e lui fece la valigia, il resto è storia dell'Inter. Che proprio grazie ai gol del capitano è prima a punteggio pieno insieme ai catalani e affronta la trasferta a cuor leggero. Un pareggio sarebbe oro e se poi facessero X anche PSV e Tottenham – entrambe a zero – gli ottavi sarebbero a un passo.

Senza l'ossessione del colpaccio sarà comunque 4-2-3-1, ma senza Lautaro Martinez perché, dice Spalletti, se la si mette a chi fa più gol finisce male. Dietro Maurito comunque è tutto un rebus, con Nainggolan ko e Perisic e Brozovic non al meglio. Il primo si è allenato bene e dovrebbe giocare in linea con Borja Valero e Candreva, il secondo prova ancora dolore: se ce la fa sta in mediana con Vecino, altrimenti potrebbe scalare Borja Valero – con Politano o Keita davanti– o salire uno tra Asamoah – in ballottaggio con Vrsaljko in fascia - e Skriniar. Quest'ultimo che si gioca anche il posto con De Vrij accanto al sicuro Miranda, il resto sono Handanovic e D'Ambrosio.

Nel Barcellona invece l'assenza di Messi lancia Dembelé insieme a Suarez e Coutinho, per un 4-3-3 con Rakitic, Busquets e Arthur a centrocampo e Lenglet al posto dell'infortunato Umtiti insieme a Sergi Roberto, Piqué e Jordi Alba, davanti a ter Stegen.

Serata di gala anche per il Napoli che invece va dal Paris Saint Germain da capolista in solitaria del girone di ferro, un po' a sorpresa vista la stecca di Belgrado. Si replica il 4-4-2 che ha domato il Liverpool, col recuperato Insigne insieme a Milik, Callejon e Fabian Ruiz larghi e Hamsik- Allan in mezzo. A difendere Ospina ci sono Mario Rui, Koulibaly, Albiol e Maksimovic, che dopo Mané è chiamato ad annullare Neymar. Per Parigi artiglieria pesante: Cavani supportato da Mbappé, O'Ney e Di Maria, cerniera Verratti-Rabiot e difesa con Meunier, Marquinhos, Kimpembe e Bernat. In porta Areola, con Buffon che sconta l'ultimo turno di squalifica.

RM