Logo San Marino RTV

Santarcangelo, stavolta niente beffa: 2-0 a Bra

6 apr 2014
Santarcangelo, stavolta niente beffa: 2-0 a Bra
Santarcangelo, stavolta niente beffa: 2-0 a Bra
Dopo l'inaspettata sconfitta interna nel derby col Bellaria di settimana scorsa, il Santarcangelo di Fraschetti non poteva fallire la trasferta di Bra sul campo dell'ultima della classe.
Scontata la squalifica ritorna Papa che batte corto il corner che Pasi recapita sulla testa di Ivan Graziani, il quale con la complicità di Montrucchio sblocca la partita dopo appena sei minuti di gioco.
I clementini hanno fatto tesoro del recente scivolone e tentano di chiudere la pratica ala svelta: Pasi – servito da Mariani – salta anche Montrucchio, ma Alessandro Rossi gli nega la gioia del raddoppio immediato.
Ci prova anche con la furbizia, l'undici gialloblu, ma tra Pasi e il 2-0 questa volta è decisivo l'intervento in angolo dell'estremo piemontese.
Non da quello, ma da uno successivo, il bis romagnolo: ancora Pasi, stavolta per Dario Fedi, che incrocia di testa e mette una serie ipoteca sui tre punti dopo 24 minuti. Gol numero uno in stagione per il centrale pistoiese, che va a festeggiare col compagno di reparto Garaffoni, oggi in panchina.
Il Santarcangelo non molla l'osso e corre negli ampi spazi che il Bra inevitabilmente lascia alle ripartenze ospiti: sulla combinazione ostinata tra Papa e Pasi arriva la palla buona per l'ex SudTirol, oggi in odor di indulto.
Nella ripresa la prima sgroppata del Bra in area clementina: il destro di Fumana non può spaventare Nardi.
Meglio il Santarcangelo in contropiede: Papa batte la difesa sull'incrocio, poi Martini è anticipato da Montrucchio. L'ex Cuneo ha il pregio di tenere vivo il possesso e regalare a Pasi l'ennesimo colpo ferale, non scoppiato.
Gestisce senza patemi il Santarcangelo, che non subisce nemmeno una conclusione nello specchio della porta e aggancia l'Alessandria a quota 51 in classifica, ma soprattutto il quarto posto con sei punti sulla nona a tre giornate dal termine. La salvezza è vicina, ma il precedente Bellaria tiene – giustamente – tutti sulla corda.

LP