Logo San Marino RTV

A rischio 79 dipendenti della Titanedi

20 ott 2003
A rischio 79 dipendenti della Titanedi
I dipendenti della Titanedi e il sindacato attendono l’incontro di mercoledì tra il Governo e i manager milanesi della Office Depot, multinazionale americana che dalla scorsa estate, acquistando il gruppo francese Guilbert, gestisce anche l’azienda di San Marino.
Appena arrivata, la multinazionale ha esordito licenziando il Direttore Generale ed il Responsabile Marketing, ed altre lettere di congedo stanno arrivando alla spicciolata, creando una situazione di estrema incertezza tra i 79 dipendenti. Venerdì scorso i lavoratori si sono incontrati col Presidente della sede milanese della Office Depot, Luca Borroni, il quale ha illustrato una serie di ipotesi di lavoro: la Titanedi potrebbe essere smembrata, tra le sedi di Milano e Villa Verucchio. A qualche dipendente è stato proposto il trasferimento nel capoluogo lombardo, senza fornire altre alternative. Il timore è che si voglia progressivamente ridurre la presenza a San Marino o addirittura chiudere. I dipendenti hanno deciso di rivolgersi al Presidente europeo della Office Depot, nella sede olandese, il quale ha risposto giusto stamane consigliando di prendere contatto col responsabile delle risorse umane, che però deve ancora fornire una risposta. I lavoratori chiedono infatti di sapere cosa sta succedendo alla Titanedi e cosa ne sarà del loro posto di lavoro. La vertenza sindacale della Libra Compact sembra invece in via di risoluzione: 60 dei 75 dipendenti verranno assunti dalla Cams Industriale, così come previsto dal piano di salvataggio approvato dai lavoratori. Altri 6 dovrebbero essere assunti dalla Libra Industriale, mentre per i rimanenti 9 il sindacato sta cercando in questi giorni altri sbocchi occupazionali.