Logo San Marino RTV

Spray al peperoncino per la difesa personale: l'acquisto è diffuso anche tra gli uomini

5 apr 2007
Bomboletta di spray al peperoncino
Bomboletta di spray al peperoncino
Presto in Italia i poliziotti avranno in dotazione 25mila spray al peperoncino. La dotazione alla Polizia italiana rientra nelle misure prese per migliorare l’equipaggiamento dei poliziotti più impegnati sul fronte dell’ordine pubblico. Esigenza diventata più impellente dopo la morte dell’Ispettore capo Filippo Raciti, negli scontri allo stadio di Catania.
Di spray al peperoncino ne esistono anche in versioni destinate alla vendita. Sono prodotti ottenuti per distillazione dal frutto che servono per la difesa personale da aggressioni e violenze, e possono essere venduti solo ai maggiorenni.
Si trovano in vendita anche in Repubblica. In mancanza di un riferimento normativo specifico per le bombolette anti-aggressione, al momento, ne è stata disposta la vendita solo nelle armerie di seconda categoria. Ma l’Usc, su richiesta dei propri associati, ha già fissato un incontro con il Segretario al commercio Masi, subito dopo Pasqua, per chiarire alcune questioni sollevate dalla categoria, tra cui anche la vendita degli spray urticanti.
Normalmente il possesso di questi mezzi di autodifesa viene associato al gentil sesso. E in effetti, i negozianti che abbiamo contattato, ci hanno detto che sono molte le studentesse universitarie che li acquistano anche per conto delle proprie amiche. Ci sono poi i genitori che li comperano per le figlie, i mariti per le mogli, i ragazzi per le ragazze. Ma tra le persone che decidono di comperare spray al peperoncino per ragioni di difesa personale ci sarebbero anche gestori di locali, addetti alla sicurezza e chi, più in generale, ha un’attività e vuole sentirsi più sicuro.