Logo San Marino RTV

Fatturazioni telefoniche, lo Sportello Consumatori chiede il ripristino della fatturazione mensile anche per gli utenti sammarinesi

14 dic 2017
Fatturazioni telefoniche, lo Sportello Consumatori chiede il ripristino della fatturazione mensile anche per gli utenti sammarinesi
Bollette telefoniche e canoni pay tv portati a 28 giorni anziché a 30, senza nessuna informazione preventiva; così alla fine dell'anno gli utenti si ritrovano inconsapevolmente a pagare una mensilità in più, sostenendo un costo superiore a quello concordato. È lo stratagemma che compagnie telefoniche e tv a pagamento hanno messo in atto per aumentare i propri introiti, in modo ingannevole nei confronti degli utenti.

Ma questo comportamento in Italia è stato denunciato dalle Associazioni dei consumatori che hanno messo in atto le conseguenti iniziative a tutela dei diritti degli utenti, tant'è che nel novembre scorso un emendamento apportato dalla Commissione Bilancio del Senato al Decreto Legge Fisco, ha sancito per imprese telefoniche, reti televisive e aziende per servizi di comunicazione elettronica, l’obbligo di fatturazione su base mensile o multipli di mese.

La stessa Autorità garante delle Comunicazioni ha ravvisato nella fatturazione a quattro settimane un evidente vizio di trasparenza, con i connessi aggravi economici derivanti non nettamente percepibili. Peraltro questa prescrizione è stata già introdotta peraltro in maniera cogente per l’ambito della telefonia fissa con Delibera Agcom n.121/17/Cons, pubblicata il 24 marzo 2017.

L'Associazione Sportello Consumatori, a sua volta, nei giorni scorsi ha inviato alle compagnie telefoniche sammarinesi - Telecom Italia San Marino, TMS e Telenet, e per conoscenza a tutti i membri del Congresso di Stato - una lettera che chiede formalmente di ripristinare tempestivamente anche nel nostro paese la fatturazione delle utenze telefoniche su base mensile.

Lo stesso Sportello Consumatori precisa che se ciò non dovesse avvenire, provvederà ad effettuare le dovute segnalazioni alle Autorità preposte, utilizzando tutti gli strumenti possibili, con l'intento di tutelare l’interesse dei cittadini utenti, che hanno diritto ad una corretta e trasparente fatturazione.

Lo Sportello Consumatori resta in attesa di ricevere una risposta a tale richiesta.

comunicato stampa
Associazione Sportello Consumatori