Logo San Marino RTV

Marlù: una rosa gioiello per Cine@Donna

24 giu 2019
Marlù: una rosa gioiello per Cine@Donna

Per il 4° anno consecutivo si rinnova la collaborazione “fiorita” tra Marlù e Cine@Donna, organizzata da Giometti Cinema e anteprima al femminile della kermesse cinematografica, Cinè. L’evento va in scena in piazzale Ceccarini dal 27 al 29 giugno. Main sponsor, Marlù che dona anche quest’anno il fiore dell’amore e della passione a 3 star dello spettacolo, madrine di altrettanti film, che esprimo il poliedrico mondo artistico e sentimentale rosa: l’attrice Isabella Ferrari, la cantante Dori Ghezzi, custode della memoria culturale del marito Fabrizio De Andrè e l’attrice-imitatrice, Lucia Ocone. Per celebrare questa edizione, ed essere dono alle tre madrine e a tutte le protagoniste della rassegna, il marchio delle sorelle Fabbri ha specificamente disegnato un charm a forma di rosa smaltata di rosso, con l’incisione sul retro “Cine@Donna Riccione 2019”. Questa stagione il fiore è completato da un bracciale di perle. “Ogni perla del mare ricopia la prima perla, ogni rosa la prima rosa”, scriveva Elsa Morante. La partnership tra Marlù e Cine@Donna è stata illustrata oggi a Riccione, durante la conferenza di presentazione della manifestazione a cui hanno partecipato: Massimiliano Giometti (Giometti Eventi), Alessandra Battarra (assessore educazione comune di Riccione) e Marta Fabbri, responsabile comunicazione Marlù. “Siamo orgogliose di essere sponsor di Cine@Donna -commenta Marta Fabbri- una manifestazione che sostiene il grande schermo in rosa nel quale il genere femminile ha avuto in passato un ruolo di secondo piano. Solo ultimamente si sta imponendo con grande successo e ne viene riconosciuto il valore. Vedi l’Oscar alla carriera di Lina Wertmuller”. “In particolare - proseguono Marta Fabbri - questa edizione del premio con tre madrine di ambiti diversi, esprime la ricchezza e la multiformità dei talenti della donna nello spettacolo. Esattamente come i gioielli Marlù che attraverso le loro tante linee, simboleggiano le sfaccettature dei sentimenti e delle emozioni, parlando al cuore e all’anima”. MARLÙ Tre sorelle, madri e imprenditrici per un’impresa rosa di successo: Marlù. Nel 2001 Morena, Monica e Marta Fabbri hanno fondato a San Marino e portato in Italia e in Europa, il loro marchio di gioielli femminili e maschili Oltre all’intesa professionale/familiare, tutta femminile, il segreto di Marlù è aver colto e interpretato il cambiamento epocale dei gioielli: non più preziosi per il loro costo materiale ma per la simbologia affettiva e sacrale. Valori dello spirito e status dell’animo.

c.s. Marlù Gioielli