Logo San Marino RTV

Riunita l'assemblea degli azionisti della RTV: emergono indicatori positivi

17 apr 2007
La riunione degli azionisti della RTV
La riunione degli azionisti della RTV
Utile economico d’esercizio, aumento delle ore di produzione e + 43% di ascolti auditel, rispetto all’anno precedente. Il bilancio 2006 di San Marino Rtv si chiude con riscontri positivi sia in termini economici che editoriali.
Il documento è stato approvato, prima dall’Eras e poi dall’assemblea degli azionisti dell’azienda, e cioè la stessa Eras e la Rai.
Il Presidente di San Marino Rtv, Stefano Piva, ha espresso soddisfazione per i risultati raggiunti con l’auspicio che la collaborazione in materia radiotelevisiva, tra Italia e San Marino, possa proseguire traducendosi in un proficuo rinnovo della “partnership” con la Rai.
Il Segretario di stato alle telecomunicazioni e Presidente dell’Eras, Paride Andreoli, ha ricordato che la trattativa in materia, con l’Italia, è già avviata. Sottolineato, inoltre, il ruolo prezioso del servizio pubblico di San Marino Rtv, nel sistema informativo, sia attraverso la televisione che mediante la radio.
“L’obiettivo – ha aggiunto Andreoli – è ora quello di continuare a lavorare per giungere ad un accordo efficace, anche per garantire serenità ai dipendenti”. Percepita favorevolmente, in questa ottica, la recente visita a San Marino e all’emittente di stato del Presidente della Rai, Claudio Petruccioli.
Il Segretario di stato all’informazione e vicepresidente dell’Eras, Ivan Foschi, interpreta positivamente la trattativa in corso con l’Italia. “Il nuovo accordo – ha dichiarato – riconferma la volontà Italiana di rilanciare l’intesa su basi nuove”.
Nel suo intervento, Davide Della Penna, dell’Ufficio legale Rai, ha rilevato con soddisfazione i risultati economici ed operativi che emergono dal bilancio 2006 di Rtv, riconfermando la fiducia della Rai per un rilancio dell’accordo in materia radiotelevisiva per un progressivo sviluppo del progetto operativo dell’emittente sammarinese che, come già delineato dal presidente Petruccioli, potrà essere orientato verso l’area adriatica e dei balcani, valorizzando sia le peculiarità sammarinesi, sia la realtà italiana.