Logo San Marino RTV

Summit Mondiale ILO: i commenti di Cdls e Usl sul lavoro nel post-covid 19

Montanari: "Sostenere imprese, reddito e occupazione, stimolare lo sviluppo e proteggere le fasce più deboli". Giacomini: "Coesione, dialogo tripartito, centralità della persona e del lavoro"

di Luca Salvatori
10 lug 2020
Summit Mondiale ILO: i commenti di Cdls e Usl sul lavoro nel post-covid 19
Summit Mondiale ILO: i commenti di Cdls e Usl sul lavoro nel post-covid 19

Il Covid 19 e il mondo del lavoro: Costruire un futuro migliore. Questo il tema di fondo del vertice mondiale che si è tenuto in due momenti, con cinque meeting regionali tra l'1 e il 2 luglio, e tre eventi globali tra il 7 e il 9 a cui sono intervenuti anche i Capitani Reggenti.

Ieri invece è stato il momento delle delegazioni “tripartite” e al confronto virtuale hanno preso parte Governo, categorie imprenditoriali e Sindacati. “La prospettiva – commenta il Segretario Cdls, Gianluca Montanari – è legata all'andamento dell'economia mondiale, anche perché non abbiamo porte d'oro ai confini. Ci sono comparti che saranno nettamente in sofferenza, come il turistico-commerciale, mentre il settore produttivo è legato ai consumi e se la pandemia prende una piega positiva, i consumi ripartono.

L'ILO aveva stimato una perdita esponenziale dei posti di lavoro e a questo si risponde con quattro direttive: sostenere le imprese, sostenere il reddito e l'occupazione, stimolare lo sviluppo e proteggere le fasce più deboli. Tramite accordi tripartiti e un forte dialogo sociale gli Stati si impegnano a sovvenzionare, pubblicamente, tutto quello che si è portato via la crisi causata dalla pandemia” .

“Il quadro che è emerso dal summit – commenta il Segretario Generale Usl Giorgia Giacomini - è che la pandemia ha causato un’enorme perdita di posti di lavoro e non ci sono certezze per una ripresa nel prossimo semestre. Le persone maggiormente colpite da questa crisi pandemica – prosegue Giorgia Giacomini - sono le donne e i giovani.

Nonostante questo, l’emergenza ha messo in luce anche aspetti positivi, come il grande senso di coesione e solidarietà che San Marino ha mostrato in questi mesi. Proprio su questi valori bisogna puntare, unitamente al rafforzamento del dialogo sociale, tripartito, nonché sulla centralità della persona e del lavoro, perché sono queste – conclude la leader Usl - le armi vincenti che ci permetteranno di superare questo periodo di gravi difficoltà”.