Logo San Marino RTV

Il Psd chiede chiarezza sulla questione Carisp

2 ago 2010
Il Psd chiede chiarezza sulla questione Carisp
Il Psd chiede chiarezza sulla questione Carisp
Il Psd chiede chiarezza sulla Cassa di Risparmio e sui nomi dei segretari di Stato chiamati in causa da Fantini. 400 milioni di euro. La metà del bilancio dello Stato. A tanto, sottolinea il Psd, ammonta il sostegno dato alla Cassa di Risparmio. Eppure, di fronte a banche messe in vendita perché le proprietà italiane non vogliono più saperne di San Marino, la Cassa – nonostante le difficoltà che deve affrontare – si mostra interessata all’acquisto. Denise Bronzetti e Claudio Felici chiedono al governo di chiarire la situazione, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni di Fantini. L’ex amministratore delegato di Cassa di Risparmio, sottolinea il Psd, conferma il memoriale Ghiotti e l’esistenza di una registrazione che riguarda le pressioni di due Segretari di Stato per acquistare le azioni Delta di Sopaf a un prezzo maggiorato di 15 milioni di euro e tramite modalità inusuali, tirando in ballo anche Tremonti. “E’ ora che emergano i nomi”, dice la presidente del Psd. “Serve il coraggio di essere trasparenti”. “C’è una responsabilità politica immensa di due rappresentanti del governo”, puntualizza il capogruppo del Psd. Ed è il caso che anche a San Marino qualcuno chieda di acquisire la registrazione. Claudio Felici anticipa iniziative politiche e istituzionali adeguate alla gravità del fatto e chiede la convocazione del Consiglio per vedere come sta il sistema bancario e finanziario, ancora senza presidente di Banca Centrale. Nel video l'intervista al presidente Denise Bronzetti

Sonia Tura