Logo San Marino RTV

Uds su programma Governo: "Assenza di un'ottica di genere in settori fondamentali come il lavoro"

Vanessa Muratori, "Nessun accenno alla disoccupazione femminile e al part-time come diritto"

di Monica Fabbri
27 gen 2020
Uds su programma Governo: "Assenza di un'ottica di genere in settori fondamentali come il lavoro"
Uds su programma Governo: "Assenza di un'ottica di genere in settori fondamentali come il lavoro"

E' un'analisi fra luci ed ombre, messe nero su bianco in sette pagine consegnate alla maggioranza. Se da una parte piace il metodo che guarda a soluzioni concertate e la scelta di libertà di voto su temi etici e diritti civili, dall'altra l'Unione Donne Sammarinesi non nasconde una certa amarezza per l'assenza di un'ottica di genere in alcuni settori fondamentali come il lavoro.

“ Non si fa nessun accenno alla disoccupazione femminile o a come diminuire la penalizzazione femminile per l'accesso al lavoro e per la progressione di carriera” - fa notare Vanessa Muratori. “Non c'è nessun riferimento – aggiunge - alla maggior frammentazione delle carriere lavorative femminili e a come fare sì che la pensione non sia poi penalizzante per le donne.

Anche nella parte in cui si parla della conciliazione fra i tempi di vita e tempi di lavoro manca secondo noi la misura principale, quella del part-time come diritto, specialmente in presenza di figli minori o di persone non autosufficienti nel nucleo familiare”.

Una mancanza di attenzione che l'Uds si aspettava considerando la presenza in Congresso di una sola donna. “In continuità con il passato – afferma la Muratori - non c'è attenzione ad un maggior equilibrio nella rappresentanza di genere. Stessa cosa per la nomina Osce. Anche lì si è fatto fatica a recuperare quella donna che evitasse che fosse una delegazione monocolore”.

Qualche preoccupazione, poi, sulla delega alla famiglia. “Non sappiamo – dice – dove si andrà a finire. Vuol essere – chiede – una rimessa in discussione del diritto di famiglia? Oggi abbiamo una concezione del tutto paritaria fra i coniugi ma anche un sostegno al coniuge più in difficoltà in caso di separazione o divorzio. Non vorremmo si andasse a mettere in discussione questo risultato”.

Positivo, invece, il congedo di paternità e l'abolizione graduale delle rette del nido anche se l'Uds sperava valesse anche per le rette delle case di riposo. Infine, una nota sugli assegni familiari che – dice la Muratori - “ci ha fatto sorridere”. Piuttosto che adeguarli si è deciso di farli partire al momento della certificazione della gravidanza. “Così San Marino avrà, primo stato al mondo, l'embrione a carico”.