Logo San Marino RTV

Vertice ad Arcore tra Berlusconi e Bossi

6 giu 2011
Il governo andrà avanti fino alla fine della legislatura. E’ il nuovo segretario del Pdl Angelino Alfano a riassumere così circa tre ore di vertice ad Arcore tra Berlusconi e Bossi."L'alleanza con la Lega è solida, andiamo avanti fino alla fine", dice Alfano, che potrebbe essere presto sostituito al ministero della Giustizia da Maurizio Lupi, al termine del primo faccia a faccia tra il Cavaliere ed il Senatur dopo la disfatta delle Amministrative. Per il rilancio in chiave riformista, il governo punta sull’economia. Alfano, che smentisce le voci dell’imminente nomina di due vicepremier, conferma l'obiettivo del pareggio di bilancio nel 2014. Nessun accenno ufficiale ai provvedimenti da adottare, ma da quanto si apprende l’obiettivo del governo sarebbe quello di abbassare le tasse da gennaio del prossimo anno. Uno sforzo che Giulio Tremonti avrebbe deciso di accettare convinto da Bossi. Per ora sono solo ipotesi, ma la riforma fiscale dovrebbe prevedere l'abbattimento di un punto percentuale di tutte e cinque le aliquote attualmente in vigore. Nei prossimi mesi il ministro dell’Economia farà una ricognizione dei conti pubblici e delle spese dello Stato per finanziare l'operazione, che sarebbe coperta da tagli ai ministeri e dalla riduzione delle missioni militari all'estero. Dall’opposizione, Pierluigi Bersani che alla direzione del Pd incassa un sì unanime alla propria linea, sostiene che al vertice di Arcore si è parlato solo “di tecniche di sopravvivenza, ma il governo non farà molta strada”, ammonisce. E torna a chiedere che l’Esecutivo si presenti dimissionario alla verifica parlamentare.

Da Roma Francesco Bongarrà