Logo San Marino RTV

Viabilità di confine: è scontro sulla legge

23 feb 2006
Viabilità di confine: è scontro sulla legge
E’ un clima di scontro quello che ha caratterizzato la discussione in Consiglio Grande e Generale sulla legge speciale di spesa per la nuova viabilità di confine, da realizzare insieme al Comune di Rimini. 'Un’opera pubblica importante – l’ha definita il Segretario di Stato alle Finanze, Pier Marino Mularoni – che dovrà ridisegnare la viabilità a Dogana e sgravare il centro abitato del traffico pesante, oggi troppo sostenuto'. Una spesa di 14 milioni e mezzo di euro, che non rappresenta il costo reale ma l’autorizzazione all’indebitamento massimo, la cifra effettiva sarà determinata a consuntivo. Un cantiere che resterà aperto per sei anni dalla data di inizio lavori, prima della consegna dell’opera. Dalle opposizioni forti obiezioni sulla portata dell’intervento, sul costo giudicato eccessivo ma soprattutto sull’opportunità di portare in aula un simile provvedimento speciale nell’ultima seduta utile, con procedura d’urgenza. “E’ un intervento del quale si discute da anni – spiega la maggioranza – l’urgenza è dettata dall’esigenza di chiudere al più presto tutte le convenzioni con le amministrazioni italiane'. Un progetto sul quale c’è l’interessamento della Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa, che potrebbe concedere un finanziamento a tasso agevolato. 38 i voti a favore del provvedimento, 7 contrari, 1 astenuto e un non votante. Divergenze fra maggioranza e opposizioni registrate anche in mattinata, sulla proposta di legge per l’istituzione del Collegio di Controllo della Finanza Pubblica. Rifondazione Comunista chiedeva la procedura d’urgenza, la maggioranza non l’ha accolta. Iter abbreviato invece per la proroga dei benefici di legge per il contenimento del costo del lavoro. Gli altri provvedimenti in prima lettura riguardano le modifiche al codice penale, l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulle relazioni fra potere politico e potere giudiziario, la legge sulla frequentazione delle scuole di specializzazione medica, sulla condizione dello straniero, per la disciplina fiscale in materia di fondi comuni di investimento e per modificare la legge sulle giunte di castello. Approvata poi la variante di Piano Regolatore Generale per le Scuole dell’infanzia di Serravalle e Domagnano e per l’area parcheggio di Montegiardino. Nominato poi il Rettore dell’Università di San Marino per il triennio, 2006/2009. Su indicazione del senato accademico viene confermato alla guida dell’ateneo sammarinese il professor Giorgio Petroni. Ratificato dall’assemblea consiliare anche l’Accordo con la Slovenia sulla validità della Carta d’Identità come documento di viaggio. Così come già avviene per la Croazia, i cittadini sammarinesi potranno presentare la sola carta d’identità, evitando l’utilizzo del passaporto.