Logo San Marino RTV

L'Italia di pallanuoto maschile trionfa a Gwangju. Splendida Quadarella argento negli 800 dopo l'oro nei 1500

Il Settebello allenato da Alessandro Campagna vince la medaglia d'oro al Mondiale battendo la Spagna 10 a 5 in finale. Solo la Ledecky davanti all'azzurra negli 800 stile

di Lorenzo Giardi
27 lug 2019
le medaglie mondiali
le medaglie mondiali

Il Settebello allenato da Alessandro Campagna vince la medaglia d'oro al Mondiale battendo la Spagna 10 a 5 in finale. Per la nazionale italiana è il quarto titolo iridato, otto anni dopo l'ultimo, conquistato a Shanghai. Dai parziali (2-2, 5-3, 8-4) emerge la superiorità dimostrata del gruppo azzurro. La vittoria è stata festeggiata da tutto lo staff, compreso il ct, con un tuffo nella piscina insieme con la squadra neocampione. Il C.T Campagna, parla di partita perfetta in una giornata perfetta, i ragazzi – aggiunge il Commissario Tecnico azzurro- sono stati esemplari". "Quando vedi i giocatori che fanno tutto quello che prepari, vuol dire che sei un allenatore fortunato", ha proseguito, dicendosi poi "orgoglioso" di aver partecipato, da giocatore o tecnico, a tre dei quattro titoli iridati vinti dal Settebello.

"Non stavamo bene all'inizio del torneo - ha affermato ancora - ma abbiano saputo soffrire e nella sofferenza siamo venuti fuori "E' un Italia - ha concluso Campagna - che rende orgogliosi tutti gli italiani".

Giusto festeggiare gli azzurri , ma un grande applauso va a Simona Quadarella. Dopo l'oro nei 1500 ha ribadito che sulle lunghe in Italia è lei a dettare legge. L'unica capace di starle davanti è la solita cannibale Katie Ledecky. La romana cede solo nell'ultima vasca alla statunitense che è sempre rimasta a ruota per poi piazzare il sorpasso finale. E' un argento straordinario che porta con se anche il nuovo record italiano sugli 800 con 8:14,99. Ledecky sul gradino più alto con il suo 8:13.58. Bronzo per l'australiana Titmus