Logo San Marino RTV

Attesa per consiglio giudiziario

1 giu 2009
Toghe
Toghe
Tribunale in subbuglio in attesa del consiglio giudiziario che si riunirà il prossimo 10 giugno. All’ordine del giorno la nomina del magistrato dirigente e la vicenda Stolfi, in seguito all’approvazione del documento con cui il Consiglio grande e generale censurò l’operato dell’allora segretario di Stato agli Esteri, che aveva convocato a palazzo Begni tre magistrati per parlare del caso Asset Banca. Anche sulla nomina del dirigente c’è incertezza: a meno di sorprese, si dovrebbe votare la riconferma di Valeria Pierfelici, ma potrebbe non ottenere tutti voti favorevoli, e non è un mistero che con alcuni colleghi il rapporto si sia ormai rovinato. L’alternativa potrebbe essere il commissario della legge Rita Vannucci, perché per legge è la sola coi requisiti, ma al momento non è dato sapere se le abbiano rivolto una proposta ufficiale. E poi c’è chi, come l’ex segretario alla Giustizia Ivan Foschi, sostiene che la prossima archiviazione dei processi, diverse centinaia, non è certo dovuta alla sua legge sul giusto processo ma ad una certa “inerzia investigativa”. Insomma, sarebbe colpa dei magistrati. Peccato che in sede di approvazione della legge sul reclutamento dei nuovi giudici si stato inserito un articolo che sospende i termini dell’istruttoria, previsti proprio dalla legge Foschi, almeno fino alla nomina dei nuovi magistrati. E in commissione Giustizia c’era lo stesso Foschi, che ha riconosciuto come sarebbe stato difficile rispettare i termini, considerando la carenza di organico e la necessità di destinare un magistrato solo ai processi sul riciclaggio.