Logo San Marino RTV

Avvocati in sciopero dal 6 giugno

26 mag 2011
Non piace la riforma pensionistica e le toghe incrociano le braccia. Non piace soprattutto l’ipotesi di accorpare categorie che definiscono del tutto disomogenee tra loro, come liberi professionisti, artigiani e commercianti, alla luce del fatto che i liberi professionisti dispongono di un fondo in attivo di 7 milioni di euro, mentre gli altri hanno un passivo di più di 10 milioni. L’ordine presieduto da Manuel Micheloni protesta anche contro l’innalzamento delle aliquote contributive, che in pochi anni passerebbero dal 12 al 22%. Gli avvocati vogliono salvaguardare l’autonomia dei fondi e si oppongono, scrivono, “al tentativo del governo di riversare sui liberi professionisti le conseguenze di anni di incaute e irresponsabili scelte politiche”. L’ordine ne approfitta anche per rimarcare le problematiche del tribunale: la mancata nomina di due magistrati, scrive, ha comportato una vera e propria paralisi di numerosi fascicoli che da qualche mese sono letteralmente bloccati. Anche parte dei nuovi fascicoli vengono affidati allo stesso magistrato mancante, per cui non hanno alcun esito.

Francesca Biliotti