Logo San Marino RTV

Boston: a Fiumicino più 'attenzione' in controlli sicurezza

16 apr 2013
Boston: a Fiumicino più 'attenzione' in controlli sicurezza
Boston: a Fiumicino più 'attenzione' in controlli sicurezza
Dopo le esplosioni alla maratona di Boston, all'aeroporto di Fiumicino è già scattato un maggior livello di "attenzione" nei controlli di sicurezza per quanto riguarda principalmente i voli cosiddetti "a rischio o sensibili".
L'innalzamento delle misure di sicurezza e prevenzione, peraltro già come consuetudine ad un consolidato standard di alto livello, riguardano i voli delle compagnie aeree statunitensi e della compagnia El Al ed in particolare l'area del Terminal 5, dove ci sono le procedure di check-in dei passeggeri diretti in Usa ed Israele con tali collegamenti. Non ci sono comunque, al momento, altre disposizioni o provvedimenti particolari.

"Nonostante gli avvenimenti accaduti a Boston, i voli Alitalia da e per l'aeroporto internazionale di Logan rimangono regolari". Lo rende noto la compagnia. In ragione delle misure aggiuntive di sicurezza applicate per i voli in partenza da e per Boston, Alitalia raccomanda ai passeggeri di presentarsi ai banchi di accettazione almeno tre ore prima l'orario previsto del volo.

La Francia rafforza vigilanza e pattugliamenti nelle strade
Esposta alla minaccia terroristica soprattutto dopo l'intervento in Mali, la Francia ha immediatamente rafforzato da stanotte la sorveglianza e le pattuglie di sicurezza dopo le esplosioni di Boston, invitando tutti i cittadini alla vigilanza. "In seguito alle esplosioni di Boston, il ministro dell'Interno Manuel Valls - si legge in un comunicato del ministero - ha chiesto ai prefetti e alle forze di sicurezza interna di rafforzare immediatamente la presenza di pattuglie nel quadro del dispositivo Vigipirate". Vigipirate, il piano di prevenzione terroristica, è al livello 'rosso rafforzato' dall'inizio dell'intervento in Mali a gennaio. Si tratta del penultimo livello di allerta, prima del 'rosso scarlatto'. "Bisogna essere vigili - ha detto Valls ai microfoni di RTL - sapete che la Francia è minacciata da diversi anni, e da qualche mese per il nostro impegno in Mali". Il presidente Francois Hollande ha espresso in nottata la "totale solidarietà della Francia alle autorità e al popolo americano".